Politica. Più le elezioni si avvicinano più il clima si arroventa. E’ diventata una lotta tra chi sparla più dell’altro. Una catena che finirà sabato 8 aprile perché sicuramente nè i prodiani né i berlusconiani vorranno lasciare l’ultima parola all’avversario. Una curiosità per quel che riguarda la nuova legge elettorale. Non essendoci le preferenza ma solo il voto al Partito, credevo che sui manifesti non ci sarebbero stati i volti dei cosiddetti comprimari. Invece no. Il sistema ha sollecitato quelli che stanno in bilico, per esempio il numero candidato quattro nella lista in cui sono previsti tre eletti, si deve dar da fare per far sì che le probabilità che ne vengano eletti quattro aumentino. E’ comunque una legge assurda e retrograda per far si che a comandare restino sempre gli stessi. Il popolo non c’entra. Che brutta cosa! L’unica consolazione, o meglio attenuante piccola piccola, è che si è ufficializzato quello che prima avveniva dietro le quinte. Una magra consolazione.
Samb. Tante voci, tanta voglia di salvare la squadra sul campo e fuori. Più in campo che fuori anche se mi sembra egualmente difficile, perlomeno senza play out. Al di là di tutto sarebbe il caso, in questo momento, di mettere da parte ogni rancore e chiedere a Simonato (unica soluzione, e necessaria anche se la Samb non rischia penalizzazioni per la mancanza di un allenatore) se gradisse, per il bene della Samb, riassumere momentaneamente l’incarico. Considerato che Simonato ha preso le distanze da Soldini, il quale si è rimangiato la parola data al sottoscritto e a Chimenti & C. e che lo stesso Simonato, a questo punto, risulterebbe un’imposizione che il romano sarebbe costretto ad accettare. Ho fatto i conti senza l’oste? E’ vero ma se il buon Maurizio facesse un fischio agli organi di informazione, chissà! L’amore per la Samb potrebbe fare miracoli. Io ci spero.
Azionariato pro Samb. Non abbiamo ancora fatto partire l’azionariato, che circa 500 sportivi ci hanno chiesto di avviare, per due motivi: primo perché stiamo valutando bene la situazione per capire come finalizzare seriamente l’eventuale somma che andremo a raccogliere. Ripeto, il denaro, dopo aver dato l’adesione, verrà definitivamente assegnato soltanto se la finalità indicata nella premessa (verrà pubblicizzata anche con manifesti) sarà rispettata al 100%. Magari dopo un’assemblea tra chi avrà aderito. Secondo, perchè stiamo definendo i nomi del Comitato che dovrà garantire l’operazione. Per ora sono certi presidente onorario (Ferruccio Zoboletti) e il presidente (il sottoscritto) perché direttore responsabile dell’organo promotore, cioè sambenedettoggi.it. Vi pregherei quindi di seguirci attentamente per criticare, se occorre, naturalmente con motivazioni o darci suggerimenti. Grazie.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 163 volte, 1 oggi)