SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il servizio provinciale Edilizia scolastica e Patrimonio ha varato un cospicuo pacchetto di interventi sulle scuole del territorio: le ultime gare aggiudicate comporteranno infatti investimenti per circa 2 milioni di euro. I lavori riguarderanno l’adeguamento, la messa a norma, il completamento (ma in un caso anche la demolizione di un vecchio corpo fabbrica in disuso) di alcuni istituti superiori del territorio ascolano e fermano.
Lo rende noto l’assessore Ubaldo Maroni ricordando così che prosegue l’attuazione del programma della Provincia finalizzato ad adeguare il patrimonio scolastico sia alle normative in materia di sicurezza sia alle mutate esigenze della popolazione scolastica.
Per quanto concerne l’ascolano, due gli interventi previsti per una spesa complessiva di 480.000 euro. Con un ribasso del 15,921% sull’importo a base d’asta di 350.000 euro, la ditta “Cozzoli Nicola s.r.l.? di Brindisi si è aggiudicata i lavori presso l’Istituto professionale per il commercio “Ceci? per il rifacimento degli impianti elettrici, l’adeguamento alle normative antincendio, il rifacimento dei servizi igienici e la creazione di nuovi servizi per disabili su ogni piano, la sostituzione degli infissi e la sistemazione con tinteggiatura dei locali interessati.
La ditta “Castelletti Luigi? di Ascoli Piceno, con un ribasso del 15,900% sull’importo di 130.000 euro a base d’asta, si è invece aggiudicata l’appalto dei lavori da eseguire presso il liceo Classico “Stabili?: è previsto l’abbattimento di tutte le barriere architettoniche, la realizzazione di nuove scale di sicurezza in ferro, il completamento e la messa a norma dell’impianto antincendio, la sostituzione di alcuni infissi esterni deteriorati.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 282 volte, 1 oggi)