ROMA – Cittadinanzattiva contesta l’utilità dello sciopero degli avvocati, indetto per il 4 aprile. Secondo la coordinatrice della rete Giustizia per i diritti dell’associazione, Mimma Modica Alberti, lo sciopero non servirà a difendere alcuna rivendicazione della categoria, dal momento che cinque giorni prima delle elezioni non ci sarà ancora un referente istituzionale pronto a raccogliere le rimostranze degli avvocati: «sarà solo un ulteriore danno per i cittadini», sostiene quindi la Alberti, «causando solo un ulteriore slittamento della durata dei processi in corso, insomma al danno si unisce la beffa per i cittadini. Proponiamo piuttosto agli avvocati di collaborare con noi al monitoraggio dei Tribunali e della Giustizia civile; un modo diverso di interpretare la giustizia, basata sul punto di vista dei cittadini, troppe volte ignorato dal legislatore».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 489 volte, 1 oggi)