SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Finalmente “dottore”: Giuseppe Merlini – classe 1974 – giovane ma già prolifico storico della città di San Benedetto, già collaboratore del nostro giornale, si è laureato giovedì 23 marzo all’Università di Macerata, sede di Fermo, in Storia e conservazione dei beni culturali, indirizzo archivistico-librario, discutendo una tesi in archivistica (in due volumi) dal titolo Le Capitanerie di Porto: evoluzione istituzionale e produzione documentaria, in due volumi. Voto, manco a dirlo, 110 e lode.
La tesi riguarda gli archivi delle Capitanerie di Porto di tutta Italia e la Civiltà marinara di epoca moderna e contemporanea. «La speranza», dice Merlini, «è che gli archivi delle Capitanerie di Porto, oggi troppo spesso abbandonati a se stessi, diventino fruibili quale fonte privilegiata per studi in ambito marinaro, marittimo, balneare, del contesto relativo all’urbanistica “demaniale” ecc».
Oltre alle pubblicazioni su riviste scientifiche, volumi collettanei, atti di convegni, o periodici locali, Merlini è autore dei seguenti cinque volumi: Cholera Morbus del 1855 e del 1886 Cronaca delle epidemie e degli avvenimenti a San Benedetto del Tronto e nel Piceno (Fast Edit, Acquaviva Picena, novembre 2002); Nel Nome del Pane – Luciano Nardone & Isaia Ceci: eroi dell’Arma (Area Grafica, Ascoli Piceno, novembre 2003); Il Nostro mare – Storie, fatiche e passioni (Fast Edit, Acquaviva Picena, giugno 2004); Sanctus Benedictus Martyr – Pagine a stampa e manoscritte sul Santo martire Benedetto e la sua Chiesa & Inventario del Polidori del 1711 (Fast Edit, Acquaviva Picena, dicembre 2004); San Benedetto del Tronto, città adriatica d’Europa (Linea Grafica, Centobuchi di Monteprandone, gennaio 2005).
Merlini svolge attività di ricerca storica per conto proprio dal 1994 e per conto di alcune associazioni culturali ed amministrazioni locali dal 1995, su temi quali il movimento migratorio lungo la costa Adriatica tra ‘700 ed ‘800, l’emigrazione di uomini e barche dal Piceno in altri contesti marinari, il movimento di famiglie rurali e artigiane tra piceno e teramano; l’emigrazione picena in nord e sud america; i naufragi e le tragedie del mare in epoca moderna; la Civiltà marinara; le malattie infettive lungo la costa picena.
A lui i complimenti e gli auguri dalla redazione di Sambenedetto Oggi e Riviera Oggi.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.103 volte, 1 oggi)