SAN BENEDETTO DEL TRONTO – I dirigenti locali di Alleanza nazionale chiedono chiarezza. In primo luogo sulla Sambenedettese, auspicando due cose: che esca allo scoperto chi ha portato il presidente Alberto Soldini a San Benedetto; e che il senatore Di Pietro “rimedi? agli incidenti di martedì 21 marzo rivelando egli stesso chi gli ha presentato l’imprenditore, poi candidato alla Camera dei deputati nella circoscrizione delle Marche. Pasqualino Piunti, candidato sindaco di An, auspica inoltre che sia accelerato l’iter per favorire l’acquisto della Samb da parte di imprenditori locali.
Chiarezza poi sul Centro polifunzionale in costruzione in contrada San Giovanni, nei pressi dello svincolo autostradale. Mercoledì 22, infatti, il dirigente del settore Assetto del territorio, ing. Germano Polidori, ha firmato una ordinanza di interruzione dei lavori, sulla quale peraltro non c’è accordo: «L’ordinanza parla appunto di interruzione dei lavori», dice il coordinatore comunale di An Luigi Cava. «L’ordinanza riguarda soltanto i soppalchi che avevamo intenzione di realizzare al primo piano», risponde Giuseppe Citeroni della Centro servizi piceni, società che si occupa di commercializzare gli spazi del Centro. Il documento, infine, parla di 48,45 metri cubi in più rispetto all’autorizzazione.
Già alcuni mesi fa, peraltro, dagli uffici ci avevano anticipato che non sarebbe stata consentita la realizzazione di soppalchi. «Noi riteniamo che la legge non impedisca questo. Faremo ricorso», dice ancora Citeroni.
«Su questa vicenda si sono dimostrate fondate le nostre preoccupazioni», dice da parte sua l’ing. Angelo Massi, tecnico di An, «Mentre il Piano di assetto idrogeologico blocca l’attività urbanistica a Porto d’Ascoli, su un’area in cui risiedono 16 mila persone, questa era l’unica costruzione ad andare avanti, peraltro con una variante sull’altezza e la larghezza del piano interrato, su cui è sparita la divisione in box. Su tutto il progetto, anzi, non ci sono destinazioni, salvo quella urbanistica del Comune, di “Attrezzature al servizio delle attività produttive?».
Anche sul piano interrato gli uffici negavano che sarebbe potuta cambiare la destinazione, mentre la proprietà (la dittà “Troiani & Ciarrocchi snc? di Monteprandone) pensa addirittura di realizzare una piscina e una pista di pattinaggio sul ghiaccio (v. “articoli correlati?).
Tornando ad An, il coordinatore Cava aggiorna l’agenda degli appuntamenti elettorali. Quanto alle elezioni amministrative, dopo la riunione interpartitica che si è svolta lo stesso giorno della visita di Di Pietro (al quale non ha partecipato Forza Italia), il partito ha convocato un altro incontro per lunedì 27 marzo.
Oggi, invece, l’ex ministro Francesco Storace parlerà nella sala azzurra del cinema Calabresi e non più in viale Secondo Moretti. Confermato l’orario: le 17,15. Il giorno seguente sarà ad Ascoli il segretario del partito e vicepremier Gianfranco Fini.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 495 volte, 1 oggi)