SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Pasquale Berardi non molla. Operato ieri al crociato anteriore del ginocchio sinistro – infortunato lo scorso 5 marzo (Samb-Pavia) – presso la clinica Anthea di Bari, dal dottor Andrea Mocci, il talentuoso centrocampista pugliese ha fretta di ricominciare a correre. «Ci rivediamo fra quattro mesi», manda a dire a compagni di squadra e tifosi. «Un gruppo stupendo e molto unito. Mi tengono informato quotidianamente della situazione che c’è lì a San Benedetto. Spero anzi che si possa risolvere tutto il prima possibile, magari attraverso un cambio societario».
Anche lei è d’accordo sulla decisione di mettere in mora la società?
«Ne ho parlato coi miei compagni e ho dato la mia disponibilità. Il nostro vuole essere un gesto volto unicamente alla difesa di interessi legittimi, confidando che la cosa acceleri la risoluzione del problema».
Berardi, quando conta di tornare in campo?
«Il dottor Mocci mi ha detto fra quattro mesi. Conto dunque di farmi trovare pronto per la preparazione estiva. Nel frattempo farò il tifo per la Samb, affinchè si salvi senza ricorrere ai play out. A tal proposito, mi reputo fiducioso: ce la faranno».
BORSINO ROSSOBLU. Doppia seduta per la compagine rivierasca che stamattina ha sudato in palestra, mentre nel pomeriggio si è trasferita sul campo del Riviera delle Palme. Fermo Faieta per il risentimento al malleolo che si è procurato domenica scorsa; hanno invece ripreso Mattia Santoni e Yantorno. Domani pomeriggio i rossoblu disputeranno la consueta amichevole infrasettimanale. Appuntamento alle 15, molto probabilmente al campo dell’Agraria.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 592 volte, 1 oggi)