SAN BENEDETTO DEL TRONTO – La Provincia di Ascoli Piceno “offre? innovazione tecnologica alle imprese, mettendo in contatto gli imprenditori con gli istituti di ricerca, ma anche con gli istituti finanziari. Con questo spirito si è svolta per l’intera giornata di martedì 21 marzo la “Prima conferenza provinciale sull’innovazione. La ricerca applicata al servizio dello sviluppo sostenibile nel sistema piceno?. Luogo dell’incontro, non a caso, Palazzo Vannicola in via Mare, sede sambenedettese dell’Università Politecnica delle Marche, che la Provincia stessa ha ristrutturato, perseguendo la strategia dei “saperi? e dell’università contro la crisi economica.
Dopo i saluti del presidente della Provincia Massimo Rossi e del vicepresidente della Regione Marche Luciano Agostini, uno degli interventi più attesi, quello del prof. Francesco Jovane, direttore dell’Istituto di Tecnologie Industriali ed Automazione del CNR (Consiglio Nazionale delle Ricerche), che ha presentato la piattaforma europea “Manufuture?, di cui è vicepresidente, e invitato gli imprenditori a puntare su prodotti ad alto valore aggiunto, piuttosto che sulla riduzione dei costi.
Nel corso della mattinata si sono poi svolti due dibattiti. Il primo sul tema “Quale innovazione per quale territorio?? (moderatore Umberto Alesi, presidente di Tecnomarche, una delle imprese pubblico-private che offre ricerca alle imprese), cui hanno preso parte la professoressa Cristalli dell’Università di Camerino, il prof. Gregori dell’Università Politecnica delle Marche, il prof. Adornato dell’Università di Macerata, il direttore generale Asteria (altra società locale pubblico-privata per la ricerca tecnologica) Tarquini.
Il secondo dibattito, su “Il sistema bancario e delle fondazioni a sostegno dell’innovazione e ricerca nel Piceno?, cui hanno partecipato il dott. Pedrazzi (componente commissione regionale Abi Marche e direttore generale Carisap spa), il vice direttore generale della banca popolare di Ancona Cardinaletti, il presidente della Fondazione Carifermo Grilli.
La sessione pomeridiana in quattro sezioni. In apertura un “ministeriale?: l’ing. Martini, dirigente del ministero delle Attività produttive e responsabile del Fondo per l’innovazione tecnologica, sul tema “Gli strumenti di incentivo per l’innovazione dei settori produttivi?.
Indi un dibattito su “L’innovazione è già sul territorio: casi aziendali di eccellenza?, con il dott. Sagripanti della fondazione Elios, il dott. Fabbri di Agrifaber (società partecipata da Asteria), il dott. Cesaroni della Sigma, Giovanni Cimini del consorzio Elmec, il dott. Tessarin della Palestini & Aubert Seafood.
Sezione “approfondimenti? affidata al dott. Bedini, direttore di Tecnomarche, su “Ricerca e sviluppo nelle Pmi: barriere ed opportunità?. Infine le conclusioni affidate al vicepresidente della Provincia e assessore al lavoro Emidio Mandozzi.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 429 volte, 1 oggi)