SAN BENEDETTO DEL TRONTO – A pranzo con il senatore Ciccanti dell’Udc, lunedì 20 marzo, l’ex sindaco Martinelli avrebbe tentato eccome di essere ricandidato a sindaco anche dallo scudocrociato, dopo aver già incassato l’investitura “all’unanimità? di Forza Italia.
Sull’argomento l’Udc smentisce se stessa. Il senatore Ciccanti, infatti, aveva detto: «Assolutamente no. Al pranzo non abbiamo parlato di alcuno scambio». Dove per scambio devono intendersi appunto due cose: a) i voti dell’elettorato di Martinelli andrebbero a Ciccanti per il Senato, nonostante la candidatura dell’ex sindaco con Forza Italia alla Camera; b) i voti di Martinelli non andrebbero al deputato uscente di Forza Italia Scaltritti, che stavolta si presenta al Senato, in una posizione alquanto delicata, la terza.
La smentita arriva dal segretario comunale e provinciale dell’Udc Paolo Turano, che dà oggi la seguente versione dei fatti: «È stato Tassotti [braccio destro di Martinelli, ndr] a chiamare Ciccanti per un incontro. Durante il pranzo Martinelli ha proposto il suo appoggio al Senato in cambio dell’appoggio dell’Udc alla sua candidatura a sindaco. Noi confermiamo comunque che non stringeremo alleanze per le amministrative prima delle politiche, come Ciccanti ha già detto a Martinelli». In altre parole in caso di rielezione il senatore “ringrazierà? l’ex sindaco alleando l’Udc con la sua Lista Martinelli: prima la rielezione, poi la ricandidatura a sindaco.
A questo punto Alleanza nazionale sembra essere isolata, vittima dell’ex sindaco di cui sperava di essersi liberata il 31 agosto 2005. La riunione interpartitica convocata per questa sera rischia di essere una rimpatriata tra colleghi di partito. Forza Italia, tramite il vicecoordinatore comunale Bruno Gabrielli, annuncia che non parteciperà all’incontro, «perché», dice, «ormai siamo concentrati sulle elezioni politiche e attendiamo di vedere quale ne sarà l’esito. È evidente che in vista delle amministrative non sarà la stessa cosa se vinceremo o perderemo il 9 e 10 aprile». E dire che lo stesso Gabrielli prometteva qualche settimana fa che avrebbe convocato un incontro subito dopo l’11 febbraio, giorno della visita di Berlusconi ad Ancona.
Neppure Turano parteciperà: «però manderò qualcuno», precisa. E anche spiegando quali sono i suoi impegni sottintende tutto un quadro politico: «durante l’interpartitica», dice il segretario Udc, «sarò nella sede del mio partito per organizzare una iniziativa elettorale che purtroppo coincide con la visita di Storace organizzata da An». Purtroppo.
Sabato 25 marzo alle 17, in effetti, mentre l’ex ministro della salute parlerà in viale Secondo Moretti, all’hotel Calabresi sarà presente Luisa Santolini, presidente nazionale del “Forum delle associazioni familiari?, candidata alla Camera per l’Udc in cinque regioni tra cui le Marche, alle spalle del capolista Casini. “Famiglia e politiche famigliari. Previsioni e sviluppo? sarà il titolo dell’incontro.
Per domenica 2 aprile alle 15,45, sempre all’hotel Calabresi, l’Udc organizza invece un incontro con Luca Marconi, direttore generale del movimento “Rinnovamento dello spirito? e membro della direzione nazionale del “Movimento per la vita?, candidato al Senato in cinque regioni.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 429 volte, 1 oggi)