SAN BENEDETTO DEL TRONTO – In terra laziale il Grottammare lascia l’intera posta in palio ai padroni di casa dell’Albalonga. Il risultato finale parla di un rotondo 2-0. E’ scesa in campo la brutta copia della compagine biancoazzurra ammirata fino ad ora: anche Ludovisi, in giornata negativa, ha sbagliato un calcio di rigore.
Inarrestabile la marcia del Centobuchi. Chiude la pratica Fermignanese con un sonoro 2-0 allungando a 7 punti il divario dalla Jesina, seconda in classifica. La doppietta di Rosa non solo avvicina i biancocelesti al traguardo della D, ma suggella un gioco davvero spettacolare.
La Cuprense conquista il successo a tempo scaduto contro il Potenza Picena: 2-1 il punteggio finale. I gialloblu si portano in vantaggio con Vivani, poi i locali ristabiliscono l’equilibrio, ma al 92’ Lucidi, dalla bandierina, mette la sfera direttamente in rete consegnando i tre punti a mister Clerici.
Il Porto d’Ascoli torna alla vittoria dopo quasi due mesi di astinenza: 1-0 alla Monteprandonese. Del Toro è il mattatore di giornata salendo a quota nove nella classifica marcatori. I biancocelesti, seppur il divario dalla zona play off dista sei lunghezze, hanno rosicchiato due punti all’Offida e si preparano ora allo sprint finale. Grottese e Sangiorgese saranno il banco d’esame.
Sconfitta della Ripa contro l’Acquasanta per 1-0. Un gol ad inizio ripresa dei termali mette i brividi agli amaranto che vedono riavvicinarsi lo spettro dei play out. La squadra di mister Cesari, troppo generosa, non ha saputo dettare la propria supremazia.
Beffa per l’Acquaviva sconfitta 1-0 dalla Stella. Gli aranciocelesti si sono mostrati all’altezza della situazione ma non hanno potuto far niente al gol di Sprecaci. Se non protestare su un mancato rigore ai danni di Balletta e mettersi le mani sui capelli alla traversa di Marcelli. A questo punto i play out sembrano l’unica via d’uscita.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 271 volte, 1 oggi)