GROTTAMMARE – Quando si parla di sport non si deve pensare solo al calcio ma anche ad altre attività che probabilmente sono più formative, sia a livello fisico, sia a livello caratteriale. Soprattutto sotto questo punto di vista il ciclismo non ha nulla da invidiare, ma anzi da insegnare: lo spirito di sacrificio, la lealtà, il rispetto.
Sabato 18 marzo, presso il Residence “Le Terrazze? di Grottammare, si è tenuta la presentazione della società ciclistica Perla dell’Adriatico. Per l’occasione sono intervenuti, oltre, naturalmente, alle giovani leve schierate, il Presidente della società Marino Marini, il Sindaco di Grottammare, Luigi Merli, l’Assessore provinciale allo Sport, Nino Capriotti, il Presidente provinciale del CONI, Aldo Sabatucci, e il giornalista Mimmo Minuto, in qualità di moderatore.
“L’aspetto agonistico è sicuramente importante ma ancor più importante è quello sociale – sottolineava il presidente della società ciclistica Marino Marini – Abbiamo ottenuto dei risultati lusinghieri ai campionati italiani classificandoci, a livello di squadra, ai primi posti tra le squadre marchigiane. La nostra è una società che si occupa solo di giovani ed abbiamo una venticinquina di ragazzi con l’età compresa fra i 7 ed i 12 anni. Ovviamente, un ringraziamento particolare va rivolto a tutti quegli sponsor che ci danno una grossa mano. Vorrei ricordare fra tutti la Robomecc, la Romacar, la PBE e la Progetto Packing?.
Un grosso apporto a tali giovani ed alla società viene data dai genitori che, come ricordato sia dall’Assessore provinciale Nino Capriotti, sia dal Presidente provinciale del Coni, Aldo Sabatucci, non debbono mai ingerire nelle scelte della stessa ma al massimo dare assistenza. Lo stesso Assessore ha rimarcato come lo sport a livello giovanile sia importantissimo (vedi il progetto Scuola-Sport finanziato dalla Provincia volto a sopperire quel deficit strutturale che spesso impedisce nei piccoli comuni di far attività lo sport nelle scuole) così come la prevenzione medico-sportiva per una sana e corretta pratica agonistica.
Ultimo ma non per importanza l’intervento del sindaco di Grottammare che ha focalizzato l’attenzione sulla realizzazione della nuova pista ciclabile, adatta a gare agonistiche, che sorgerà tra la statale ed il lungomare, all’altezza del casello autostradale. Un circuito che sarà il fiore all’occhiello della cittadina rivierasca dato che non ve ne sono di molti. Lo stesso avrà una lunghezza di più di 630 metri ed una larghezza di 5 metri e dovrebbe essere pronto, salvo imprevisti, per il periodo estivo. “Abbiamo investito parecchio in tale progetto – rimarcava il Sindaco Luigi Merli – accollandoci anche il costo di un mutuo che, vorrei sottolineare, abbiamo comunque affrontato a cuor leggero. Sarà inoltre una delle poche opere pubbliche che si avvarranno di una sponsorizzazione privata e nello specifico dell’azienda che si sta apprestando alla realizzazione della pista?. In effetti, un buon investimento che andrà sicuramente a colmare parecchie lacune che sono presenti nel nostro territorio a livello di impiantistica sportiva.
I giovani e promettenti atleti vi sono, gli impianti per allenarsi sono in via di definizione: vi sono insomma tutti gli ingredienti per sfornare dei futuri campioni di ciclismo nostrani.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 533 volte, 1 oggi)