SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Si tratta di un monologo teatrale che racconta la tragedia di un giovane disertore iracheno, Sad, che fuggito da Bassora, cerca di nascondersi in una città tedesca, dove cerca di sopravvivere. Un destino purtroppo comune nelle città europee nella nostra contemporaneità. Il regista mette in evidenza l’emarginazione in cui si trovano a vivere gli stranieri e l’ambivalenza che li vuole sfruttati. E Sad giunge paradossalmente ad accettare di essere sporco e schifoso pur di essere in qualche modo integrato, fino a gridare lui stesso con tutti gli altri “Schifo!?

Lo spettacolo fa parte della Manifestazione “Confine – viaggio nell’intercultura? organizzata dalla Consulta Comunale per l’Immigrazione del Comune di San Benedetto che ha inoltre nel programma un Incontro – dibattito che si terrà sabato 18 marzo all’Auditorium Biblioteca Comunale alle ore 16,30 , tra gli ospiti Maria De Lourdes Jesus, giornalista, Mauro Serapioni, docente Università di Fortaleza (Brasile) e Elvano Pulcini, Responsabile Servizio Immigrati del Comune. Faranno seguito proiezioni di documentari, performance musicali e teatrali e un finale buffet multietnico.

Domenica 19 marzo alla Sala Kursaal di Grottammare alle ore 16,30 ultimo appuntamento della rassegna MA PA con il film Shark Tale di Bibo Bergeron, Vicky Jenson (USA 2004).

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 436 volte, 1 oggi)