SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il Grottammare è atteso da un’altra superba prestazione. La delicata trasferta ad Albano Laziale contro la formazione locale dell’Albalonga, anch’essa in lotta per non retrocedere, induce i biancoazzurri al massimo impegno per conquistare l’intera posta in palio. Il tecnico Amaolo insieme a Pulcini inciteranno la squadra dagli spalti perché squalificati.
Il Centobuchi è atteso al primo tentativo di fuga stagionale. La gara esterna con la Fermignanese potrebbe consegnare un consistente vantaggio ai biancocelesti, i quali dovranno rinunciare allo squalificato Cipolloni, dal momento che le quattro inseguitrici (Montegiorgese, Jesina, B.Nazzaro e Fossombrone) saranno impegnate in scontri diretti.
La Cuprense tenta l’assalto ai play off nella gara che la vede opposta al Potenza Picena. La vittoria della settimana precedente ha riportato i gialloblu in quota per conquistare l’ambito quinto posti. Il tecnico Clerici non potrà contare su Perozzi fermato un turno dal Giudice Sportivo.
Obbligo vittoria per il Porto d’Ascoli se vuole riavvicinarsi alla zona play off. I biancocelesti ricevono la visita di una Monteprandonese intenta a non retrocedere, degli ex Ciribè e Quinzi. Mister Grilli, squalificato, verrà sostituito in panchina dal vice Alfonsi e guarderà l’incontro insieme a Filipponi, Clementi e Alesiani.
Dopo l’exploit con la Stella, la Ripa si prepara a mettere in atto un altro colpo questa volta ai danni dell’Acquasanta. In terra termale gli amaranto, privi di Cicconi, potranno definitivamente allontanarsi dalla bollente zona play out e proseguire in tutta tranquillità in resto del campionato.
Buona la prestazione di sette giorni fa dell’Acquaviva. Gli aranciocelesti che non potranno contare sull’apporto di Traini, sono chiamati ad una difficile prova. Sulla strada della salvezza incontrano una Stella rabbiosa per la sconfitta di sabato scorso.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 242 volte, 1 oggi)