*Le donne di AN dicono a gran voce di sostenere i Candidati di A.N. alle Elezioni Nazionali al fine di non sprecare un voto in altre liste dove andrebbe sicuramente perso.
La matematica non è un’opinione e le Direzioni Nazionali di ogni partito, con l’ufficializzazione delle liste, hanno già espresso la certezza di chi sarà presente nella composizione dei senatori e dei deputati per la prossima legislatura. Il voto ad A.N. nelle Marche rafforzerà la certezza di avere rappresentati a Roma e, pertanto, i voti che confluiranno nel nostro partito saranno ben spesi e non sprecati in altre realtà posizionate in ginocchio già alla partenza.
Diciamo, quindi, ai cittadini, di fare attenzione fra candidati reali e candidati virtuali; soprattutto di fare attenzione ai percorsi politici tenuti sino ad oggi, basati sulla coerenza delle parole rispetto ai fatti. Meglio un cruda coerenza che una dolce, spietata e ipocrita bugia.
Riguardo la situazione politica per le Amministrative di San Benedetto non vi sono dubbi sulla coerenza di A.N. riguardo alle aspettative dei cittadini sambenedettesi che bene hanno percepito la differenza tra interessi personali e generali.
Bene hanno fatto i vertici di A.N. nelle persone di Giulio Conti, Carlo Ciccioli, Guido Castelli e Mario Baldassarri a dare immediato seguito alla volontà della Federazione di Ascoli espressa attraverso i Circoli Provinciali presenti in massa (per San Benedetto erano presenti tutti e sei i circoli) al fine di individuare immediatamente un candidato sindaco per San Benedetto prima del 9 aprile.
Chiusa l’esperienza passata, oggi abbiamo certezza che la stessa non sarà ripetuta attraverso l’innominabile.
Rilevando dalla stampa il massiccio numero di operazioni della Procura di Ascoli, fiduciose, siamo nella speranza che tutto venga concluso nel più breve tempo possibile al fine di dare chiarezza ai cittadini contribuenti.
*ALLEANZA NAZIONALE COORDINAMENTO DONNE

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 293 volte, 1 oggi)