CUPRA MARITTIMA – Prosegue la collaborazione tra la Galleria Marconi di Franco Marconi e l’olandese Galerie de Meerse di Hoofddorp. Lo spazio cuprense ha infatti già ospitato i lavori di Art in Cities, esposizione presentata ad Amsterdam, San Francisco e Johannesburg, mentre la galleria de Meerse ha offerto al proprio pubblico i lavori degli italiani Daniele Camaioni e Paolo Consorti.
Peter de Boer sarà il terzo protagonista dello ‘scambio’ tra le due realtà culturali: domenica 19 marzo verrà infatti inaugurata la prima personale italiana dell’artista; al centro dei suoi lavori l’accusa nei confronti della violenza umana, da qualsiasi lato e in qualsiasi modo venga praticata.
Di lui ha scritto Sander Boshma “L’arte di Peter De Boer tratta di sentimenti d’amore, felicità, odio, violenza ed atrocità. La sua arte lascia poco spazio per una fuga distratta, ma prende alla gola tramite l’avversione e l’ammirazione. L’uomo lotta per raggiungere la bellezza e l’equilibrio, ma atrocità e disperazione arrivano sempre prima”.
I testi critici sono a cura di Sander Boshma e Gloria Gradassi, curatrice della mostra. Inaugurazione domenica 19 marzo ore 18.00. La mostra rimarrà aperta fino al 18 aprile. Orario 16-20, chiuso lunedì.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 664 volte, 1 oggi)