Joints B.C. San Benedetto–Ascoli Basket 97-87
JOINTS BASKET CLUB SAN BENEDETTO: Stirpe 20, Riccardi 20, Valori 8, Ferrotti 2, Ciccorelli 13, Castracani 19, Mattioli 13, Falà 2, Albertini, Pelletti. All. Reggiani.
FABRIANO: Colonnelli, Di Silvestro 2, Abbassi, Montaguti 14, Casini 28, Sacripanti 5, Bassi 4, Stakic 21, Pizzingrilli, Rossoli 13. All. Caponi.
Arbitri: Borri e Cingolani.
Parziali: 24-29, 44-56, 71-74.
SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Missione compiuta per la Joints Basket Club San Benedetto che sabato 11 marzo ha fatto suo il derby con l’Ascoli, dimostrandosi più forte anche dell’incredibile catena di infortuni che negli ultimi tempi ha colpito la squadra del coach Andrea Reggiani. I rivieraschi hanno vinto per 97-87 dopo un match passato a rincorrere gli ospiti, scappati avanti a sorpresa grazie a un’ottima prova nei primi due tempi. Poi la rimonta dei locali, privi di Belelli e Ciardelli e con un Falà ancora convalescente dopo l’operazione eppure costretto a scendere sul parquet dopo l’uscita per 5 falli di Mattioli prima e Riccardi poi.
Inizio sprint dell’Ascoli, trascinato da un Casini ispiratissimo (15 punti nei primi 10’, 28 totali) e dell’esperienza di Montaguti. La Joints concede troppo in difesa, ma resta in scia, grazie a Mattioli e Castracani (24-29). Secondo quarto con i sambenedettesi ancora in difficoltà per le giocate di Stakic, tanto che si va sul riposo con Ascoli sopra di 12, 56-44.
Al rientro in campo i padroni di casa appaiono però trasformati. Riccardi suona la carica e il vantaggio degli ospiti diminuisce progressivamente sotto i colpi del play rivierasco. Mattioli firma dalla lunetta il 71-72, prima che Casini, con una giocata a 6 decimi dalla sirena, riporti gli ospiti sul 74-71. Ma la Joints sembra avere le carte in regola per far sua la partita. Valori sigla subito il pari, mentre Stirpe (14 punti nell’ultimo quarto) firma il break che porta avanti i padroni di casa. Ascoli non ha più nulla da spendere e, nonostante l’uscita per falli di Mattioli e Riccardi, il team del presidente Valori incrementa il vantaggio fino a chiudere sul 97-87.
«All’inizio abbiamo concesso troppo in difesa e i dodici punti di scarto ne sono stati la logica conseguenza – spiegaAndrea Reggiani coach della Joints Basket Club -. Nell’intervallo ho strigliato i ragazzi e al rientro in campo hanno ricominciato a giocare come sanno. Purtroppo continuiamo a giocare in costante emergenza, dopo l’ultimo infortunio di Ciardelli. Ora andiamo a Porto San Giorgio e sarà un impegno difficile».
Appuntamento sabato prossimo (18 marzo) al Palasavelli, ore 21.15.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 324 volte, 1 oggi)