IRACE: è una sensazione stupenda l’esordio dal 1° minuto con una vittoria fuori casa. La dedichiamo alla tifoseria che ci sta vicino. grazie all’apporto di tutti siamo riusciti a portare a casa i tre punti; oggi (ieri, ndr) era molto importante, anche se le concorrenti hanno tutte guadagnato punti, resta il fatto di aver vinto uno scontro diretto. La mia prestazione? Sono contento, ma più di tutti sono orgoglioso della prova di tutta la squadra.
CONCETTI: va elogiata tutta la squadra che è risucita a fare bene nonostante l’assenza di allenatore, preparatore atletico e preparatore dei portieri. Abbiamo dovuto fare tutto da soli. In settimana ci siamo allenati bene a dimostrazione che il gruppo è alla base di tutto. L’allenatore comunque ci serve, vorremmo fare solo i giocatori; speriamo che alla lunga la situazione si chiarisca. Il rigore? Biancospino ha tirato bene, stavolta però (il portiere rossoblu fa riferimento al penalty parato a San Marino, ndr) sono stato bravo.
MACALUSO: sono troppo contento per la gente i tifosi, le famiglie e tutti quelli che ci stanno aiutando in questo difficile momento, se arrivano i risultati siamo ancora più in grado di fare sacrifici. A fine partita molti di noi hanno pianto. Questa vitotria chiude la bocca a tanti personaggi.
DOCENTE: avremmo bisogno di un allenatore, speriamo che arrivi in settimana. La vittoria la dedichiamo ai tifosi che ci sono sempre vicini e ci seguono in tanti e comunque. Questo è il successo del gruppo, se lo merita la squadra e la gente di San Benedetto. Era un anno che non facevo gol, l’ultimo lo segnai in occasione di Rimini-Avellino. Nel secondo tempo abbiamo sfiorato più volte il vantaggio, il gol era nell’aria siamo riusciti a sfruttare la lentezza dei loro difensori. In occasione del loro rigore ho visto Biancospino molto preoccupato, in ogni caso Concetti si sta dimostrando un grande portiere.
ZANETTI: i complimenti li accetto molto volentieri ma il merito è di tutta la squadra che si sta dimostrando un gruppo di professionisti veri. Il rigore? Taldo è partito in fuorigioco anche se poi il rigore era netto. Nel primo tempo abbiamo iniziato timorosi, invece nella ripresa abbiamo trovato i giusti accorgimenti. Ci serve un allenatore che sappia darci maggiore organizzazione. Un grazie ai tifosi che ci sostengono e in questo periodo ci stanno aiutando in tutti i modi.
COLONNELLO: oggi (ieri, ndr) abbiamo dimostrato qualcosa di veramente grande, siamo andati oltre il semplice attaccamento alla maglia. Bisogna ringraziare tutto il gruppo, qualche cretino sino a sabato si è permesso di dire che lo spogliatoio era spaccato. Non siamo uniti, siamo un muro. Nel primo tempo abbiamo avuto una buona occasione con Santoni, nella ripresa addirittura quattro, alla fine ancora una volta rischiavamo di venire puniti da una svista arbitrale: Taldo prima che gli venisse assegnato il rigore era in fuorigioco. Per fortuna Dio vede e provvede: abbiamo un portiere da serie A. L’allenatore? Deve venire qualcuno che non distrugga, gli ultimi due allenatori, escluso Chimenti (Giannini e Zecchini ndr) hanno portato solo malumore e problemi. Riprendiamo gli allenamenti martedì pomeriggio.
SCANDURRA: Io assist-man? Oggi (ieri, ndr) era importante lavorare più di quantità, nelle condizioni in cui eravamo dovevamo darci tutti una mano. Fra primo e secondo tempo ho detto a Docente di stare largo, perchè vedevo la loro difesa molto lenta. L’arbitro non mi ha dato una punizione a favore, ho le ginocchia martoriate. Quest’anno purtroppo dobbiamo lottare anche contro queste situazioni. La soddisfazione è doppia perché abbiamo vinto nonostante la situazione tragica che stiamo vivendo. Anche nella precedente esperienza che ho vissuto a San Benedetto il contesto non era semplice, ma non come adesso. Questa situazione rischia di passare alla storia.
BOTTI: si vede che la nostra squadra ha difficoltà, i play-out a questo punto sono molto vicini, visto che il distacco dalle altre è cominciato a farsi troppo consistente. Dobbiamo ritrovare la fiducia. Il rigore? Taldo è il secondo rigorista, ma cadendo, nell’azione che ha portato al rigore, si è fatto male: non se l’è sentita di tirarlo. Quanto all’esonero di Rossi spero resti non coi: ha lavorato bene qui a Lumezzane ed è una persona molto seria; è chiaro che nel calcio spesso l’allenatore paga per tutti.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.176 volte, 1 oggi)