SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Dopo i Campionati Italiani svoltisi a La Spezia lo scorso 12 febbraio, conclusi peraltro con la vittoria del sambenedettese Filippo Alfonsi, l’indoor rowing è protagonista a San Benedetto del Tronto con la prima gara di maratona a squadre sulla classica distanza di 42,195 metri, che si terrà domenica 12 marzo (a partire dalle 11), presso il palazzetto dello sport Bernardo Speca.
Sono previste squadre (composte da 4 elementi ciascuna) provenienti da Roma, Avellino, Pescara, Ascoli Piceno, Giulianova, Martinsicuro, unitamente alla compagine della Lega Navale Italiana di San Benedetto del Tronto, che peraltro è l’organizzatrice della manifestazione.
L’obiettivo principale della Lega Navale Italiana di San Benedetto del Tronto, attraverso l’indoor rowing, è quello di avvicinare tutti coloro che volessero iniziare la pratica del canottaggio con imbarcazioni olimpiche, con istruttori della federazione.
Cos’è il rowing? Una delle tendenze più recenti e interessanti del fitness in Italia è il Rowing. Nonostante il termine tradotto in italiano significhi “remare?, gli attrezzi più comunemente utilizzati differiscono dai tradizionali vogatori. Il più diffuso al mondo è prodotto da un’azienda americana.
Vengono misurate le accelerazioni e le decelerazioni impresse alla ventola/volano nel carter anteriore? Il lavoro è indicato sul monitor, come energia in watt, calorie o con un calcolo del tempo che si impiegherebbe a percorrere 500 metri su un imbarcazione in acqua a 4 senza timoniere. Vengono anche indicate le remate al minuto e la distanza percorsa.
L’Indoor Rowing, dal punto di vista delle competizioni sportive, viene gestito dalla F.I.C., Federazione Italiana Canottaggio, che organizza anche i Campionati Italiani.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 457 volte, 1 oggi)