SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Campagna elettorale su piani diversi per vari esponenti della politica sambenedettese.
Il candidato sindaco dell’Unione Giovanni Gaspari ha incontrato sabato 4 marzo alcuni esponenti della cultura cittadina (il presidente Amat ed ex assessore regionale alla cultura Gino Troli, il coordinatore del laboratorio teatrale “Re nudo? Piergiorgio Cinì, l’artista Carlo Marchetti), concordando sulla necessità di sostenere il settore, sia tramite appositi spazi, per esempio il Teatro Concordia, sia con il coinvolgimento degli insegnanti, per creare – come è stato detto – «cantieri culturali, oltre che edili». Un prossimo incontro con tutte le circa 70 associazioni culturali cittadine, comprese quelle teatrali che non erano presenti all’incontro si svolgerà il 22 marzo.
Gaspari ha pure incontrato, mercoledì 8 marzo, la giunta provinciale al completo, presso la sede dell’Ulivo in via Mazzocchi. Si è parlato di viabilità e di pianificazione urbanistica. Sul primo punto concordando sulla necessità di costruire una identità di vedute tra enti, su soluzioni come l’arretramento della A14, la mezzina Teramo-Castel di Lama-Fermo, la circonvallazione San Benedetto-Pedaso, il trasporto pubblico, il sistema delle piste ciclabili. Sulla pianificazione urbanistica Gaspari ha espresso preoccupazioni a proposito del procedimento legale in corso sui Prusst: il comune ha infatti presentato ricorso al Consiglio di Stato contro la “riabilitazione? dei Programmi. In attesa del pronunciamento la pianificazione rischia di rimanere “paralizzata?.
Incontri anche per il candidato sindaco Paolo Forlì, sostenuto dalla lista civica “Lista Paolo Forlì – Progetto Comune? e da quella politica denominata “Democrazia Cristiana – Partito Socialista?. Lo stesso 8 marzo Forlì ha presentato i simboli delle due liste e annunciato ai suoi sostenitori e simpatizzanti che nei prossimi giorni invierà il programma della propria coalizione a tutte le famiglie. Il programma sarà stampato anche in braille per i non vedenti. Forlì fa notare che nella lista predisposta per le elezioni amministrative del 28 maggio saranno candidate molte donne, cosa rara, e molti personaggi autorevoli.
Nel centrodestra anima il dibattito un comunicato dell’ex consigliere comunale Giovanni Chiarini, che invita i partiti della Casa delle libertà a trovare un accordo, in modo da poter contrastare la campagna elettorale del centrosinistra e di Gaspari. Chiarini accusa l’ex sindaco Martinelli di aver spaccato la coalizione, volendo isolare in particolare Alleanza nazionale. Partito, quest’ultimo, che risponde con un comunicato firmato da Benito Rossi, componente del coordinamento comunale. Il coordinatore comunale di An Luigi Cava, da parte sua, esprime la propria soddisfazione per essere stato candidato alle politiche, benché senza possibilità di elezione, essendo posizionato al 15° posto in lista.
Intervento anche da parte di Pasqualino Piunti, candidato sindaco di An, sul tema del convento delle Clarisse. Piunti polemizza con un precedente intervento di Gaspari, accusandolo di non aver votato in consiglio comunale la variante urbanistica necessaria alla realizzazione della nuova struttura.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 464 volte, 1 oggi)