SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Ingranata la marcia giusta non bisogna più fermarsi. Il Rugby Samb si appresta a disputare la prima giornata del girone di ritorno, domenica prossima, in casa propria, contro il Gran Sasso. La stessa compagine abruzzese, ironia della sorte, sarà l’avversario anche di domenica 19 marzo, data nella quale verrà recuperata la sfida rinviata lo scorso 5 febbraio per l’indisponibilità del campo degli abruzzesi. E’ probabile fra l’altro che il match venga disputato allo stadio Ballarin, per lo stesso motivo.
Tornando all’incontro di domenica, i rossoblu vi si avvicinano col morale molto alto; vuoi per la classifica – leggi secondo posto (ma la capolista Jesi non ha, lo ricordiamo, i requisiti per pensare alla promozione) – vuoi per il felice momento di La Riccia e soci; le due vittorie consecutive, dopo lo scivolne, peraltro immeritato, di Jesi, hanno ridato corpo alle speranze(-certezze) della compagine di coach Pignotti.
E contro il Gran Sasso il tecnico rossoblu avrà problemi di abbondanza, visto che dopo una lunga assenza (frattura all’avanbraccio) rientrerà Mauro Citeroni.
L’esame di domenica prossima pur non essendo, almeno sulla carta, dei più probanti, visto che gli abruzzesi sono al penultimo posto della classifica, va comunque preso con le molle; allentare la presa in questo momento sarebbe assai rischioso.
L’allenatore rossoblu, nonostante il buon momento dei suoi, sta lavorando alacremente sulla fase difesniva; nel recente passato infatti il Rugby Samb è incappato in brucianti sconfitte a causa del numero eccessivo di punizioni ‘concesse’ agli avversari.
Di seguito riportiamo la classifica aggiornata al termine del girone di andata della seconda fase nella divisione Abruzzo-Marche-Umbria.
Jesi 22, San Benedetto 15*, Abruzzo Rugby 12, Pesaro 10, Gran Sasso 9*, Cus Perugia 0.
* una partita in meno

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 576 volte, 1 oggi)