SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Doppio intervento sulla questione del mercatino dell’ortofrutta di via Montebello, che alcuni vorrebbero trasferire nei locali ex Capacchietti di via Roma. Tra questi la Multiservizi, il cui presidente Salvatore Nico firma oggi una nota in cui risponde ad alcune delle preoccupazioni espresse nei giorni scorsi da più parti. E difende il progetto del trasferimento (l’attuale cda della Multiservizi è stato nominato dalla passata amministrazione, ed è composto da esponenti di Forza Italia ed Alleanza nazionale).
In primo luogo Nico nega «nella maniera più assoluta» che il trasferimento comporterebbe una trasformazione della natura giuridica degli ambulanti e/o coltivatori: «e ciò – prosegue il comunicato – in forza del parere sia degli uffici comunali che dell’ufficio regionale preposto».
Nico va poi avanti affermando che gli “urgenti lavori? di cui ha bisogno la struttura graverebbero sulla collettività, mentre quelli per il trasferimento sarebbero ad esclusivo carico della Multiservizi (posseduta al 99% dal comune di San Benedetto). Nico conclude con l’auspicio che dal prossimo incontro con le parti, giovedì prossimo, possa venire il via libera al progetto della sua società.
Più conciliante la posizione di An, che propone per la prossima settimana un incontro pubblico con gli stessi commercianti e i residenti di via Montebello, affinché abbiano «l’ultima parola» – come si legge in un comunicato firmato dal coordinatore comunale Luigi Cava – su un provvedimento che riguarda loro non meno che la collettività più in generale. Cava accusa l’ex sindaco Martinelli per l’attuale assenza della politica sulla questione. Parla infatti di «esclusiva colpa del dimissionario ex sindaco» e di «vuoto politico determinato dall’ex sindaco».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 350 volte, 1 oggi)