MARTINSICURO – Aveva trasformato la propria abitazione in un laboratorio per la coltivazione della marjiuana. Questa era l’insolità attività messa in piedi da un 43enne di Martinsicuro, smantellata venerdì notte da un blitz della Guardia di Finanza di Giulianova.
Le fiamme gialle hanno trovato nell’appartamento dell’uomo lampade alogene, temporizzatori e termostato umidificatore, necessari per creare il microclima e le condizioni di illuminazione ideali per la coltivazione della marjiuana. Sono state poste sotto sequestro quattro piante in fioritura e 13 semi di canapa indiana, oltre a numerose stampe contenenti informazioni utili per la loro coltivazione. La finanza ha rinvenuto, infine, un bilancino di precisione, un machete e otto coltelli.
Il 43enne di Martinsicuro è finito in manette per il reato di coltivazione di sostanze stupefacenti a fini di spaccio.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 572 volte, 1 oggi)