SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Samb e Pavia: un tempo ciascuno; alla fine sulla ruota del Riviera delle Palme esce un pareggio. Va meglio ai lombardi, reduci da un periodo così così. Marco Torresani, sulla panchina degli azzurri, riconosce comunque i meriti dell’avversario: “Un primo tempo molto brutto da parte nostra, la Samb era più tonica e pimpante. Avevo avvertito i miei ragazzi sulle insidie che poteva presentare questa trasferta, anche perché i rossoblu non avevano niente da perdere. Nell’intervallo mi sono arrabbiato, ho detto alla squadra che non era quello il modo di affrontare l’impegno odierno. Il crollo della Samb? Non so se sia stato fisico o psicologico, so che siamo venuti fuori noi meritando il pareggio?.
Capitan Sciaccaluga si pone sulla stessa lunghezza d’onda del proprio allenatore: “La Samb aveva una grande voglia di vincere e difatti ci ha messo in difficoltà. Siamo stati bravi e fortunati a pareggiare, anche se credo che il pari sia il risultato più giusto. Questo per noi era un punto d’oro, è normale che in qualche frangente abbiamo palesato del nervosismo. Il gol? L’arbitro ha detto che l’azione era regolare, lo si deve accettare. Mi dispiace per il momento che sta attraversando la Samb?.
Parole comprensive nei confronti del sodalizio rossoblu anche da parte dell’attaccante azzurro Chianese: “Spero la Samb si salvi. Qui non è mai facile giocare, hanno sempre il pubblico dalla loro parte. Oggi tra l’altro all’inizio gli abbiamo lasciato troppo l’iniziativa; loro erano molto determinati e vogliosi. Siamo però riusciti a reagire e a pareggiare. E’ un periodo molto brutto anche per noi, a riprova di questo il fatto che siamo molto scesi in classifica?.
Sintetica la disamina del difensore Francesco Battaglia: “Pareggio giusto: primo tempo appannaggio della Samb, mentre nella ripresa il Pavia è cresciuto molto. Credo che ambedue le formazioni abbiano palesato tutti i propri problemi?.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 414 volte, 1 oggi)