SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Torna per il quattordicesimo anno il concorso nazionale per gruppi emergenti Sotterranea 2006. Le finali si svolgeranno il 5, 12, 19 e 26 marzo al Wave of Sound, il locale sito nella galleria della rotonda di Porto d’Ascoli. Dopo che nelle edizioni recenti erano state istituite le sezioni Metal e Folk, quest’anno si registra il ritorno alle origini, essendo il concorso riservato a sole formazioni rock.
Al primo appuntamento di domenica 5 marzo alle ore 22 partecipano i Luminal di Roma, Noiseslot di Roma, Nude di Tivoli, Racika Totale di l’Aquila, The Tufted Monkeys di Roma, Controverso di Porto San Giorgio, Kazekafol di Colli del Tronto. Domenica 12 Entwined di Firenze, Hyssop di Roma, Lykaion di Roma, Paraffin di Matera, La Stanza di Casalecchio di Reno (BO), Jardel di Porto Sant’Elpidio, Lotus di San Benedetto del Tronto. Domenica 19 Bacio di Giuda di Viterbo, Dilaudid di Como, Lampigrevi di Frosinone, Le Sifflet Public di Verona, Z.T.L. di Pesaro-Urbino, Entropy di Roseto, The Second Moon of Zion di San Benedetto. Domenica 26 Lamia di Benevento, Malia di l’Aquila, Nembrot di Napoli, NoFearForFire di Milano, Onirica di Pesaro-Urbino, Poa di Campobasso, Startrash di San Benedetto.
Il concorso è stato ideato nel 1993 dal critico musicale Franco Cameli, per dare visibilità ai gruppi rock emergenti e il progetto è stato inserito all’interno del Sistema Culturale Piceno Integrato. L’assessore alla Cultura della Provincia, Olimpia Gobbi, intervenuta alla conferenza stampa presso il Wave of Sound, ha asserito di aver creato il Sistema Integrato “per fare crescere in uno spirito di collaborazione vicendevole e promozione le iniziative che la Provincia ha ritenuto più significative, in fatto di qualità della proposte, longevità, qualità progettuale e artistica, capacità di attrarre nuovo pubblico, prospettive future�?
Sotterranea interagisce con altre iniziative culturali: dal 2000 è gemellata con il concorso analogo Disco d’Oro, di Macerata, con cui c’è scambio di gruppi vincitori. Nel 2005 Sotterranea ha proposto al Disco d’Oro il gruppo Verbamanet di Roma. E a Macerata hanno vinto il primo premio assoluto.
La manifestazione è strutturata come un concorso, quindi con una giuria che valuta e vota le perfomances.
Quest’anno al banco dei giurati siedono Alex Cantatore, musicista e compositore, Giacomo Cagnetti, musicista, Giacomo Antonini, tecnico del suono e musicista, Miriam Giacinti, esperta di rock. A presiedere la giuria il critico musicale, nonché direttore artistico di Sotterranea, Franco Cameli.
Gli aggiornamenti del concorso, le curiosità e le foto della manifestazione si potranno seguire nel sito ufficiale www.sotterranea.com, dove di volta in volta saranno pubblicate le recensioni di Giacomo Cagnetti e Giacomo Antonini, le curiosità di Miriam Giacinti, le cronache di Raffaella Ciufo, le interviste alle band di Rosita Spinozzi, le foto di Umberto Candiani. I vincitori saranno comunicati a conclusione della finale del 26 marzo. Il gruppo primo classificato riceverà 700 euro, il più originale 500 euro, la band che conseguirà il Premio per il Testo con un Valore Letterario riceverà 300 euro. Un ulteriore premio assegnato dalla critica darà la possibilità ad una band di realizzare un singolo promozionale presso lo studio discografico MR di Pedaso, di proprietà di Luigi Bruti.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 551 volte, 1 oggi)