SAN BENEDETTO DEL TRONTO – La salvezza dista una manciata di punti. Il Grottammare, conscio della situazione, farà affidamento al suo attuale stato di grazia per strappare un altro risultato utile contro la vice capolista Maceratese.
Guai a fidarsi di Jesina, Montegiorgio e Fossombrone. Il Centobuchi ha l’obbligo di pensare a sé stesso: c’è un primato da difendere. I ragazzi di mister De Amicis ricevono la visita della Monturanese, rinvigorita dal successo di sette giorni fa con il Caldarola.
Rivincita. È il motto che la Cuprense adotterà nella sfida play off con la Vis Macerata. I gialloblu, privi dello squalificato Viviani, devono riprendere il cammino salvezza.
Il Porto d’Ascoli ospita il Petritoli in una sfida che si preannuncia piuttosto calda. La squadra di mister Grilli ha assoluto bisogno di vincere per rimanere in corsa per i play off. Senza Filipponi, Rocchi e soci avranno il compito di arginare gli ex compagni Brandimarte e Di Buò.
La Ripa va a casa dell’Atletico Piceno. Gli amaranto non possono permettersi un passo falso dopo essere riusciti a tirarsi fuori dalla zona play out. Una sconfitta significherebbe ripiombare nei bassi fondi, dove la lotta diventa serrata.
L’Acquaviva ha il compito più facile sulla carta: è ospite della retrocessa Azzurra Colli. Gli aranciocelesti, demoralizzati da una stagione avara di risultati, conseguenza di una concatenazione di eventi negativi (l’ultima le dimissioni del tecnico Travaglini), hanno la possibilità di conquistare un successo sperando ancora in una salvezza diretta.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 386 volte, 1 oggi)