SAN BENEDETTO DEL TRONTO – «No, non mi va di parlare con i giornalisti»: così, dall’altro capo della cornetta, risponde Alberto Soldini, presidente della Samb.
Ma presidente, insistiamo, qui se ne sono andati tutti…
«Domani sarò a San Benedetto. Ma io non ci capisco più nulla. Robe da matti».
Domenica prossima la Samb non avrà alcun allenatore?
«Caro Flammini, noi giocheremo con gli allenatori, non c’è alcun problema. A domani».
Se questo è il conto della brevissima telefonata che a tarda ora siamo riusciti a strappare al presidente rossoblu, sembra che qualcuno dello staff tecnico abbia confidato che il vero motivo per cui ci sono state le dimissioni risiede nel fatto che nel pomeriggio qualcuno di loro avrebbe scoperto che il detentore del 10% di quote della Bathford Limited, la società che controllava la Samb durante la gestione Mastellarini, fosse proprio Alberto Soldini. Notizia che noi non possiamo confermare al momento e che, per quanto fantascientifica ci sembri, pubblichiamo proprio in virtù di quella richiesta di chiarezza formulata durante la conferenza stampa. Nel caso in cui questa informazione non fosse vera, auspichiamo di ricevere una rapida smentita dagli uomini che oggi pomeriggio hanno rassegnato le dimissioni.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.519 volte, 1 oggi)