SAN BANEDETTO DEL TRONTO – Se lo scorso gennaio, quando vennero definitivi i primi dettagli della manifestazione, San Benedetto ebbe la certezza di ospitare per il quarantesimo anno consecutivo la Tirreno-Adriatico – la celebre corsa a tappe che solo nel corso della prima edizione preferì il lungomare di Pescara a quello sambenedettese; ora la città delle palme ha anche la soddisfazione di costituirne la vetrina forse più prestigiosa.
La Rcs-Gazzetta dello Sport, società organizzatrice, ha stilato un programma secondo cui la corsa toccherà in tre circostanze la città delle palme. Sabato 11 marzo, quando la tappa (di 219 km), che si concluderà a Grottammare e che porterà i ciclisti da Paglieta, in Abruzzo, a Civitanova Marche, transiterà (intorno alle 13.30) per la sopraelevata a Porto d’Ascoli e sulla statale 16.
Lunedì 13, quando dalla Rotonda Giorgini (e non più dalla piazza del mercato) prenderà il via la tappa (di 164 km) che da San Benedetto arriverà a Colle San Giacomo (Monti della Laga); e, infine, martedì 14, quando il consueto circuito del lungomare, che transiterà su quella strada nonostante i lavori in corso, partirà da Campli.
Registriamo in ultimo che per consentire il regolare svolgimento delle tappe, saranno previste limitazioni al transito e alla sosta, segnalate con anticipo, nelle zone interessate dal passaggio della gara.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 939 volte, 1 oggi)