SAN BENEDETTO DEL TRONTO – «Se Fiscaletti vuole candidarsi a sindaco di San Benedetto mi sembra inopportuno che da privato segua una vicenda strategica per la città come la gestione della darsena turistica. Se la sua intenzione fosse confermata, annullerò l’incontro che avevamo già fissato». Così il vicepresidente della Regione Marche Luciano Agostini, la cui mediazione nei confronti della Capitaneria di porto, sulla questione della darsena turistica, era stata chiesta nei giorni scorsi dalla Lega navale. Associazione, quest’ultima, che intende gestire la struttura insieme al Circolo nautico sambenedettese: di cui Fiscaletti è presidente, benché in scadenza a fine marzo.
Oggetto di discussione, in particolare, era la formula del “gestore unico? richiesta dalla Capitaneria per la gestione della nuova struttura, finanziata dalla Regione con circa 8 milioni di euro e ormai pronta e collaudata. La costituzione di un Consorzio è un’ipotesi che mette fuori gioco la Lega Navale, per ragioni statutarie che impediscono di svolgere attività per fini di lucro.
«Se ci fosse un’intesa tra i due soggetti – commenta Agostini – la formula da adottare si potrebbe trovare. Al momento non c’è più nulla che osti all’assegnazione della gestione, che spetta peraltro in via esclusiva alla Capitaneria di porto, senonaltro perché da due anni giace alla presso la presidenza del consiglio dei ministri il provvedimento grazie al quale anche le questioni del porto di San Benedetto passerebbero tra le competenze della Regione Marche».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 503 volte, 1 oggi)