SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Giovedì 2 marzo il Teatro Scuola celebra il genio musicale di Mozart, in occasione del 250° anniversario della sua nascita, con una rappresentazione che si avvicina al compositore austriaco con leggerezza e divertimento, cercando di catturare l’attenzione dei giovanissimi.
Riservato a un pubblico di studenti dai 5 ai 10 anni, lo spettacolo “Wolfi bambino prodigio? che sarà messo in scena alle 10 al Teatro Calabresi dalla compagnia TEATRO LITTA davanti a una platea affollatissima (639 spettatori tra scolari e insegnanti) si pone un obiettivo piuttosto ambizioso: parlare di Mozart a un pubblico di ragazzini.
La performance diretta da Roberto Corona si muove in un’atmosfera leggera senza cadere nel didascalico: l’ascolto dal vivo di alcuni brani del genio, così profondamente emotivi, diventano dunque una fonte di grande ispirazione per giocare e improvvisare con la fantasia.
L’evento teatrale, per il quale si sono prenotate 34 classi di scuole cittadine e di istituti di Grottammare, Acquaviva, Cossignano, Pagliare, Rotella e Stella di Monsampolo, si concentra soprattutto sugli aspetti vivaci e giocosi della vita di Mozart, il cui profilo emerge nella sua genialità, ma anche nel suo essere semplice e ingenuo. Suggestiva la scenografia, a partire dal pozzo magico da cui sgorga la musica mozartiana.
Con questo quinto e penultimo appuntamento sta per andare in archivio una stagione, quella 2005/06, che ha incontrato il particolare apprezzamento del mondo scolastico, registrando presenze da record e premiando in tal senso gli sforzi finanziari e organizzativi del Comune, dell’AMAT e della stessa Fondazione Carisap, sponsor storico del progetto.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 332 volte, 1 oggi)