CUPRA MARITTIMA – Durante la preparazione estiva era considerata l’outsider del campionato di Promozione. Lo stentato inizio di stagione aveva fatto ricredere tutti. Ma la Cuprense, cammin facendo, ha stupito ancora. Neo promossa, dopo una annata in Prima Categoria da autentica padrona, si appresta a conquistare la salvezza, guardando però pure i quartieri più alti della graduatoria.
Il tecnico Gianni Clerici ha continuamente predicato umiltà, anche quando sembrava più facile farsi prendere la mano dall’entusiasmo. I suoi ragazzi d’altro canto lo hanno sempre seguito migliorando di partita in partita le proprie prestazioni.
E la sosta, coincisa con la sconfitta di Montegranaro dopo otto risultati utili consecutivi, è giunta propizia per ritemprare fisico e spirito. I gialloblu sono consapevoli delle difficoltà della categoria, specie ora che il campionato sta volgendo al termine; tuttavia la salvezza rimane l’obiettivo principale da conquistare.
Il tecnico Clerici ci aveva detto tempo fa che il quinto posto era lontano dai traguardi prefissati. L’ideologia della salvezza, non ancora raggiunta, rimane al primo posto anche se un piccolo pensiero è rivolto ai play off. La gara esterna con la Vis Macerata, una delle temibili avversarie dei gialloblu, evidenzierà se questa Cuprense può ambire a qualcosa in più.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 418 volte, 1 oggi)