SAN BENEDETTO DEL TRONTO – La Cogese-Tecnosoa è la prima società Master nella regione Marche. Questo il responso dei campionari Regionali svoltisi domenica 19 febbraio presso la piscina Saline di Senigallia. 350 gli iscritti, di cui ben 109 provenienti da San Benedetto, oltre 700 le gare effettuate.
La Cogese di Massimo Sciarra, che in quel di Senigallia ha portato 45 atleti, al termine della lunga giornata senigalliese ha vinto 33 ori, 18 argenti e 15 bronzi, sbaragliando la concorrenza.
Molto bene, va sottolineato, si sono comportate anche le altre due società sambenedettesi presenti alla manifestazione, vale a dire Delphinia e Pool Nuoto. Quest’ultima ha guadagnato 29 ori, 16 argenti e 13 bronzi, mentre il club di Attilio Garbati si è fregiato di 27 primi posti, 19 secondi posti e 11 medaglie di bronzo.
Un vero successo insomma, per il nuoto nostrano che, ancora un a volta, si conferma a livelli assolutamente eccellenti. Tra gli atleti che si sono maggiormente distinti, anche se varrebbe la pena citarli tutti, i vari Beatrice Bulli, Walter Coccia, Thomas Christel, Massimo Felicetti, Vincenzo D’Alessandro, Nicoletta Marozzi, Nicola Trevisani e Andrea Vivesi della Cogese; per la Delphinia invece segnaliamo le performance di Maria Spazzafumo, Emiliano Marchionni, Michele Luconi, Giovanni Bergamaschi, Federica Allegrezza e Lorenzo Masacci. Infine, per quanto concerne la Pool Nuoto, ricordiamo i piazzamenti di appannaggio di Jerry Costanza, Valeria Damiani, Giovanni Di Feo, Elisabetta Di Matteo, Maria Bianca Gheser, Francesca Mostarda, Patrizia Nepi e Gabriele Romani.
In ultimo, la doverosa citazione nei confronti di Simone Cesaroni, nuotatore disabile della Polisportiva Riccione – rammentiamo che ai Regionali possono prendervi parte anche squadre di altre regioni, che pure non rientreranno in classifica -, il quale è riuscito a fare il tempo limite (30’’) che gli permette di partecipare ai Campionati Nazionali delle Paraolimpiadi.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 778 volte, 1 oggi)