da www.tuttomercatoweb.com

Tuttomercatoweb sente, in esclusiva per i suoi lettori, le dichiarazioni di Giuseppe Giannini, Principe di Roma, e da poco esonerato dalla Sambenedettese in serie C1/A.
Beppe, quali sono stati i reali motivi di questo divorzio inaspettato?
“Bella domanda, diciamo che forse non li so nemmeno io. Posso immaginare, come giusto che sia, che quando i risultati non arrivano è il tecnico il primo a pagare?.
Quanto è stata responsabile la società, visto e considerato che ieri la Sambenedettese ha espugnato Fermo, portandosi a 25 punti ed essendo ben attaccata al treno salvezza?
“Non saprei, e non vorrei esprimermi più di tanto. Basti pensare, però, che ad inizio stagione sono andati via 13 elementi importanti tra cui la spina dorsale della squadra, sarebbe a dire Bogliacino e Amodio, e sono arrivati quasi una dozzina di giocatori completamente nuovi da plasmare?.
Sarebbe stata necessaria più pazienza, intendi?
“Diciamo che se fai un progetto, e poi partecipi alla non riuscita di esso, dovresti concedere al tuo allenatore un po’ più di tempo, in attesa di migliori fortune. Comunque, queste sono considerazioni mie personali e generiche; l’importante è che la Sambenedettese sia riuscita, ieri, a fare tre punti preziosissimi?.
“Principe?, progetti per il futuro? Un incarico nella Roma con ruoli diversi?
“Il mio desiderio è quello di allenare, e mi auguro di poterlo fare cosi’ come tutti i miei ex compagni. Magari con un po’ più di fortuna?.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 732 volte, 1 oggi)