SAN BENEDETTO DEL TRONTO – La Fermana, reduce dalla rocambolesca rimonta subìta domenica scorsa in quel di Teramo, si lecca le ferite. Avanti di due gol i canarini hanno gettato al vento una ghiotta opportunità per rientrare nei discorsi salvezza.
Il presidente Giacomo Battaglioni, in settimana, in vista del derby di domani pomeriggio contro la Samb, ha chiesto i tre punti alla propria squadra. Un impegno fondamentale per l’undici canarino che, fanalino di coda della divisione A, se intende alimentare qualche speranza play out, dovrà battere i rossoblu per poi ripetersi, sette giorno dopo, contro il Giulianova, sempre ospite al Recchioni.
La ‘cura’ Izzotti – l’ex Samb (sedette sulla panchina rossoblu nell’ultima porzione del campionato di serie D targato 1999-2000) e Grottammare è il terzo allenatore gialloblu della stagione (preceduto da Vincenzo Mora e Arcangelo Sciannimanico) – ha sinora fruttato quattro punti nello spazio di tre incontri. Troppo poco per sperare ancora? Staremo a vedere.
Intanto contro la Samb, l’allenatore canarino dovrà fare a meno di due pedine di un certo rilievo, vale a dire l’attaccante Staffolani, fermato per una giornata dal Giudice Sportivo, e Quadrini, alle prese con uno stiramento. In extremis verrà invece recuperato il difensore Acciai, influenzato nei giorni scorsi. Non dovesse farcela al suo posto è pronto il sambenedettese Stefano Del Moro.
Per quanto concerne invece la sostituizione di Staffolani, Izzotti, che nei giorni scorsi non ha lasciato intendere molto in merito all’undici anti-Samb, dovrebbe scegliere uno fra i due giovani, classe ’87, Improta e Olivieri, col serbo favorito sull’ex Cisco Roma per fare da spalla a Pirro. In luogo di Quadrini spazio invece a Visone, con Baracca che tornerà ad agire da centrocampista.
Per il resto sarà la stessa Fermana grintosa e ben messa in campo che mister Izzotti ci ha fatto ammirare nel corso della sua gestione. Non dovesse ripetere gli errori di Teramo, per la Samb sarebbe una brutta gatta da pelare.
I NUMERI DELLA FERMANA. Annata finora disastrosa per il sodalizio gialloblu, che pare difficile poter raddrizzare: i canarini detengono il maggior numero di sconfitte (14), il dato più basso di vittorie (appena 2), la seconda difesa più perforata del girone (41) e il secondo attacco meno prolifico (16), dopo quello del Ravenna (15). E a proposito del reparto avanzato, è appannaggio di Staffolani, che però domani pomeriggio non ci sarà, lo ‘scettro’ di capocannoniere della squadra con 5 realizzazioni; segue Pirro, con 3 reti, e la coppia Bagnara-Crocieri a quota 2. Niccolini, Quadrini e La Rocca (alle prese con un lungo infortunio) hanno invece una segnatura a testa. Un’autorete completa la lista. Altri numeri: 2 i rigori a favore, 6 contro; con 57 cartellini gialli e 6 espulsioni la compagine gialloblu è tra le più cattive del girone.
PROBABILE FORMAZIONE DI DOMANI POMERIGGIO. Iaboni, Tinazzi, Francioso, Niccolini, Acciai, Visone, Barucca, Croceri, Olivieri, Pirro, Monti. A disposizione: Scotti, Del Moro, Perricone, Onesti, Masi, Improta, Adami, Allenatore: Domenico Izzotti.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 410 volte, 1 oggi)