SAN BENEDETTO DEL TRONTO – L’ex presidente della Provincia di Ascoli Piceno Pietro Colonnella sarà candidato per i Ds al Senato, alle elezioni del 9 e 10 aprile. Colonnella sarà il quarto in lista, dopo Silvana Amati, Guido Calvi, Carla Monachesi, tutti di area “fassiniana?, come lo stesso ex presidente. E siccome in base ai voti ottenuti dai Ds alle ultime consultazioni gli eletti dovrebbero essere appunto tre, per Colonnella si profilerebbe una clamorosa esclusione dal nuovo Parlamento.
Ma è il segretario regionale Ds Massimo Vannucci, che ha partecipato venerdì 24 febbraio alla riunione della direzione nazionale durante la quale sono state decise le candidature, a riferire l’escamotage grazie al quale Colonnella dovrebbe comunque risultare eletto, nelle intenzioni del suo partito: un incarico governativo per uno dei tre eletti, che lo farebbe decadere dalla carica di senatore, a beneficio appunto di Colonnella.
Vannucci riferisce che al termine della riunione sarebbe stato lo stesso segretario Piero Fassino (che sarà a San Benedetto per una manifestazione elettorale il 1 marzo al Palacongressi) a citare il “caso? Colonnella e a “garantire? la sua elezione. Sempre – s’intende – che il centrosinistra confermi i voti delle ultime consultazioni: che abbia almeno tre senatori, che uno di questi riceva un incarico di governo e che per questo lasci libero il seggio.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 467 volte, 1 oggi)