SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Continua la serie positiva del Grottammare. Dopo le buone prestazioni contro le abruzzesi Celano, Penne e Val di Sangro, unitamente alla vittoria ottenuta domenica scorsa al cospetto del Real Montecchio, i biancoazzurri si apprestano a disputare un’altra impresa.
Dopodomani la squadra del tecnico Amaolo sarà ospite della penultima della classe, ossia l’Urbino. Classica gara salvezza in cui tensione e concentrazione saranno indiscusse protagoniste. Il Grottammare non potrà contare su Adamoli, squalificato, ma si affiderà alla collaudata coppia Di Matteo-Ludovisil, che ha già regalato tante emozioni.
Difendere il primato. È questo l’obiettivo del Centobuchi. La grande prova di carattere e d’orgoglio dimostrata sette giorni fa nella sfida con il Porto Sant’Elpidio Elpidio lascia presagire una squadra, quella biancoceelste, che ha buone possibilità di centrare la promozione.
I ragazzi di mister De Amicis vanno a Camerino. E la gara si preannuncia vibrante. Un occhio peraltro, va anche allo scontro al vertice tra la Jesina e la Biagio Nazzaro.
Promozione e Prima Categoria osserveranno un turno di riposo. Si riprenderà il 4 e il 5 marzo con Vis Macerata-Cuprense (Promozione, girone B), Porto d’Ascoli-Petritoli, Atletico Piceno-Ripa e Azzurra Colli-Acquaviva (Prima Categoria, girone D).

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 316 volte, 1 oggi)