SAN BENEDETTO DEL TRONTO- Il Carnevale dei ragazzi del “Benedetto Rosetti” è cominciato in maniera intelligente, non c’è che dire. Per la seconda edizione della “Giornata della creatività”, infatti, lustrini e dolciumi carnascialeschi hanno lasciato il posto ad un dispiegarsi di attività ludiche e didattiche che hanno saputo conquistare un vivo interesse dei ragazzi.
Presso la palestra dell’istituto la mattinata è andata avanti fra letture di poesie da parte di allievi di tutte le classi, inframmezzate da esibizioni musicali. C’erano gruppi che si intrattenevano in cover di canzoni “storiche” del rock e solisti che si esibivano al pianoforte per canzoni dal tono più pop. Gran parte degli strumenti musicali è stata messa a disposizione dagli organizzatori. Gli appassionati di giochi di ruolo si sono riuniti nelle aule per organizzare tornei. Gli studenti delle classi terze e quarte hanno potuto recarsi nel vicino Auditorium del Comune e assistere alla proiezione di documentari di storia dell’arte.
Presso l’aula magna del Liceo il maestro stampatore Giuliano Iacomucci ha mostrato ai ragazzi le tecniche di stampa delle incisioni, mentre la professoressa Marisa Korzeniecki (Istituto d’Arte di Ascoli Piceno) ha coordinato un laboratorio di serigrafia, tecnica pittorica resa famosa da Andy Warhol con i suoi ritratti in serie di icone popolari anni ‘60 come Marylin Monroe, Mao-tse-tung, Jacqueline Kennedy. Alcune allieve dell’Accademia di Belle Arti di Urbino hanno effettuato delle dimostrazioni sulla predisposizione dei torchi scegliendo come soggetto un primo piano del poeta fiorentino Mario Luzi, abbinato a due suoi brevi versi dedicati a San Benedetto in occasione dell’inaugurazione della Biblioteca comunale (“Ritrovo San Benedetto / dolce verde marino”).
La professoressa Korzeniecki ha elogiato la partecipazione degli studenti, che “si sono rivelati molto coinvolti nonostante non conoscessero i dettagli della tecnica serigrafica, pieni di domande e desiderosi di riprovare queste tecniche una volta tornati a casa”.
Nell’aula di disegno, la professoressa Maria Grazia Battistini (docente di progettazione grafica all’Istituto d’Arte) ha spiegato a circa 40 ragazzi delle quinte classi i rudimenti di due software informatici per la rielaborazione di foto digitali e l’impaginazione di pubblicazioni stampate, rispettivamente Photoshop e QuarkXpress. Con le nozioni acquisite i ragazzi intendono realizzare un pannello di 1,20×1,20 metri che conterrà le bandiere nazionali degli studenti stranieri, che verrà esposto nella bacheca all’ingresso del “B. Rosetti”.
La preside Maria Pia Silla ha in cantiere altre iniziative culturali: all’insegna di una scuola sempre più multietnica, il 1 marzo ci sarà la “Giornata del dialogo interreligioso�?, con la proiezione del film “La passione di Giosuè l’ebreo�? e la presenza del regista Pasquale Scimeca. Il 22 aprile sarà la volta della “Giornata della Storia. Educazione alla legalità, ai diritti umani e alla pace�?. Ci sarà una selezione di opere fotografiche e relazioni multimediali, che verranno poi presentate nelle tre sale del cinema Calabresi.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 496 volte, 1 oggi)