CUPRA MARITTIMA – Centro commerciale naturale: Open Cupra: non si tratta di un nuovo ipermoderno tempio del consumismo, ma di un ambizioso progetto che si propone di valorizzare il centro cittadino cuprense nei suoi aspetti caratteristici, anche grazie ad una profonda opera di rinnovamento.
«Si completerà finalmente – ha spiegato il sindaco Giuseppe Torquati – il tratto di marciapiede compreso tra la Chiesa di Sant’Egidio e l’area dell’ex distributore di carburante. Il marciapiede del lato opposto, infatti, è stato già realizzato da anni. Verrà anche completato quello a nord est della Statale 16, dalla piazza al fosso di Sant’Egidio. Con lo stesso progetto saranno sostituiti tutti i corpi illuminanti della Pubblica Amministrazione del centro della cittadina compresa la zona circostante la Chiesa di San Basso».
«Il progetto promosso dalla Regione Marche – aggiunge l’Assessore al Commercio Carmine Chiodi – si propone di venire in aiuto della piccola e media impresa contro lo strapotere dei centri commerciali».
Cupra rientra in un gruppo di 26 comuni marchigiani, rientrati nel progetto pilota dalla Regione riguardante i Centri commerciali naturali. La città rivierasca riceverà un contributo di 100 mila euro per la realizzazione di Open Cupra (40% della spesa), iniziativa che comunque prevede il connubio tra pubblico e privato.
L’idea alla base del progetto è quella di realizzare interventi diffusi nel tessuto urbano, non solo per il miglioramento estetico di questo ma anche per l’abbattimento delle barriere architettoniche.
Sono previsti dei progetti che saranno realizzati dai privati (sedici in tutto) destinati al rifacimento della facciata dei negozi, delle insegne e delle vetrine, mentre sono in via di realizzazione un logo che caratterizzi l’associazionie tra i vari commercianti e un link sulla pagina on line del comune.
I lavori saranno coordinati dall’ingegner Pietro Montenovo e dall’architetto Gianluca Troiani.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 534 volte, 1 oggi)