SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il Grottammare, dopo le belle prestazioni con il tris abruzzese (Val di Sangro, Celano e Penne) coronate da altrettanti pareggi, è in cerca di un successo. Domenica al Pirani arriva un Real Montecchio anch’esso bisognoso di punti. Sfida salvezza che insomma potrebbe riservare delle emozioni.
Difficile l’incontro che vede opposto il Centobuchi al Porto Sant’Elpidio. I biancocelesti ritrovano Galli e Simoni, ma perdono per squalifica Cipolloni e Iachini. Altro sabato di passione per la squadra del tecnico De Amicis che oltre a mantenere il primato deve guardarsi da Jesina, Fossombrone e Biao Nazzaro.
La Cuprense ospita la vice capolista Montegranaro. La gara si preannuncia delicata dal momento che entrambe sono impazienti di conquistare l’intera posta in palio. I gialloblu dovranno rinunciare ad un pilastro come Perozzi; suo il gol del pareggio di domenica scorsa contro il Matelica a sei minuti dal termine.
Seconda trasferta consecutiva del Porto d’Ascoli, questa volta in casa del Pagliare di mister Mascitti. I biancocelesti, privi di tre dei suoi uomini chiave – Capecci, Palanca e Alesiani -, si affida all’intero reparto arretrato per contrastare Re, il capocannoniere della categoria.
Sulla carta è appannaggio della Ripa l’incontro più facile, visto che riceve l’oramai retrocessa Azzurra Colli. Gli amaranto sono stati gli unici ad essere bloccati sul pareggio dai giovanissimi avversari, tuttavia un altro successo per i ragazzi di mister Cesari, vorrebbe dire salvezza vicina.
L’Acquaviva incontra l’Appignanese; entrambe reduci da sconfitte, battaglieranno per un successo. Gli aranciocelesti non possono sbagliare ancora, la classifica sta diventando preoccupante: il penultimo posto, seppur condiviso con la Monteprandonese, significa play out.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 194 volte, 1 oggi)