La Regione ha stanziato 200.000 euro di finanziamenti per aiutare la diffusione dei cibi biologici nelle mense scolastiche e ospedaliere locali. I Comuni, le Asur territoriali e le scuole che sperimentano l’introduzione dei prodotti biologici nelle loro mense possono dunque arricchire il loro menù e contare su un fondo regionale di sostegno, purchè ne facciano domanda entro il 22 marzo.
Il bando definisce nel dettaglio le tipologie di spesa ammissibile, a cominciare dalla “elaborazione e realizzazione di materiali cartacei di informazione sulle caratteristiche dei prodotti biologici, sulle loro
qualità, sui metodi di coltivazione e allevamento bio, educazione alimentare e formazione del personale responsabile ed impegnato nelle mense”. Sono poi ammessi anche incontri informativi e di sensibilizzazione sul biologico e acquisti di prodotti per la preparazione dei pasti che provengano da imprese agricole biologiche.
Fra le priorità generali, i progetti biennali già avviati, le domande che provengono dalle scuole, quelle presentate dai Comuni e dalle aziende ospedaliere in quest’ordine.
La domanda va presentata alla Regione Marche, “Sviluppo dell’Impresa agricola e del Sistema agroalimentare” in via Tiziano, nella sede di Ancona.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 177 volte, 1 oggi)