GROTTAMMARE – Non c’è futuro senza risparmio energetico. Ne sanno qualcosa anche a Grottammare dove, in vista della seconda giornata del risparmio energetico indetta per giovedì 16 febbraio (data dell’entrata in vigore del Protocollo di Kyoto), si terranno una serie di iniziative atte a sensibilizzare la cittadinanza sul tema dell’energia. Se Ungaretti, in “Mattina?, scriveva il celeberrimo verso “M’illumino d’immenso?, l’amministrazione comunale ha pensato invece di aderire a “M’illumino di meno?, iniziativa promossa dalla trasmissione radiofonica della Rai “Caterpillar?, che venerdì scorso ha avuto come ospite telefonico anche l’assessore all’ambiente di Grottammare, Marcello Capriotti.
Innanzitutto l’esempio del risparmio energetico verrà dato dagli uffici comunali, dove, per evitare sprechi di illuminazione, le luci resteranno spente dalle ore 9 alle 14 (gli interruttori resteranno simbolicamente chiusi attraverso un nastro adesivo rosso).
Alle ore 14,45, invece, presso la scuola elementare Giuseppe Speranza, verranno consegnate agli alunni 200 lampadine a basso consumo: gli alunni delle classi quarte e quinte sottoscriveranno una carta d’intenti chiamata “Stacco la spina?, con la quale si impegneranno a comportamenti eco-sostenibili anche nelle proprie abitazioni (in particolare non accendendo il televisore e tutti i giochi elettronici fino alla mezzanotte del 16 febbraio).
Ultima iniziativa, in ordine temporale, sarà lo mancata accensione dell’illuminazione artificiale nella zona Granaro. Per evitare problemi con i residenti, si è proceduto ad un’opportuna sensibilizzazione attraverso l’azione della presidentessa del quartiere Antonella Perozzi (sono stati distribuiti anche manifesti informativi dell’iniziativa).
«L’idea di partecipare a questa iniziativa di “Caterpillar? – afferma l’assessore Capriotti – è venuta tramite un suggerimento che ci è stato inviato da alcuni ragazzi grottammaresi, che ci hanno informato tramite e-mail. E ci è sembrato giusto dare risalto al tema del risparmio energetico».
Per il futuro, riguardo il risparmio energetico, Capriotti afferma che a breve potrebbe chiudersi un accordo con una ditta privata per un progetto sull’illuminazione pubblica che passerebbe, così, da un sistema elettronico-meccanico ad uno esclusivamente elettronico, «garantendo un risparmio energetico dal 25 al 40%». Senza dimenticare che nell’Ufficio Tecnico di Grottammare è stato implementato, in via sperimentale, un sistema di illuminazione che entra automaticamente in funzione con il venire meno della luce naturale esterna.
È inoltre in corso di organizzazione la 4° edizione della Conferenza Nazionale sulle nuove energie, l’iniziativa organizzata da Comune e Onne (Osservatorio nazionale nuove energie) nell’ambito della quale si presentano idee, progetti e soluzioni per risolvere il problema dell’energia libera e si discute sugli scenari di un futuro possibile. L’appuntamento, come sempre, si svolgerà in primavera.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 302 volte, 1 oggi)