Fan in delirio sabato sera al Sugo di Grottammare per Edoardo Costa, aitante protagonista di film e format tv più amati d’Italia. Il fascino penetrante del Costa è bastato per surriscaldare l’atmosfera del modaiolo locale, mandando in visibilio tutto il pubblico presente. Un nutrito stuolo di donne ha presieduto costantemente per tutta la serata il divanetto dell’ospite desideroso di avvicinarlo per abbracciarlo, baciarlo e fotografarlo. Il brianzolo attore, vero sex symbol italiano, è stato esilarante e si è lasciato letteralmente trasportare dall’atmosfera creta dalla location della Riviera.
Edoardo il pubblico del Sugo le ha riservato un’accoglienza calorosa…
Una bellissima serata con tanta bella gente simpatica. Ci si diverte alla grande in questa discoteca ed è molto carina.
Marcella Bella lo scorso festival di Sanremo cantò “Uomo bastardo? mentre lei scendeva la scalinata. Perché proprio lei ha recitato la parte?
Marcella è una grande amica e mi aveva chiesto di fare questa cosa. Ha scelto me per la scenografia della canzone perché forse ispiravo difetti e virtù di questo tipo di uomo anche se in fondo non sono affatto così.
Un attore impegnato nel sociale, perché?
La solidarietà è una grande cosa. Ho fondato la C.I.A.K., associazione che aiuta i bambini bisognosi e cerco di portare avanti parallelamente la mia attività professionale con quella rivolta al sociale. I proventi del progetto “Respiro del Mondo 4? (un libro e un calendario) sono destinati alla costruzione di un asilo nella favelas di Rio de Janeiro.
Ci parla dell’esperienza nel film “Il cielo può attendere??
E’ un film divertente, ma nel contempo molto profondo perché tratta della donazione degli organi. In chiave cinematografica lancia un messaggio sull’Aido (associazione italiana donatori organi) ed è rivolto a tutti.
Quali sono i progetti artistici futuri?
Tanti. In televisione il pubblico mi vedrà presto con nuove fiction e poi in America sto girando due film.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 262 volte, 1 oggi)