SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il Grottammare strappa un punto alla formazione del Penne. Lo 0-0 è da considerarsi un risultato utile per la squadra del tecnico Amaolo ai fini della classifica anche se la zona salvezza si allontana di domenica in domenica. Ora sono sei le lunghezze da recuperare.
Il Centobuchi pareggia 0-0 con l’Acqualagna. Una gara brutta, mal giocata da entrambe le squadre con sporadiche occasioni reciproche non sfruttate a pieno. E così Jesina e Fossombrone ne hanno approfittato raggiungendo i ragazzi di mister De Amicis in vetta.
Parità di rigore tra Matelica e Cuprense, la gara termina 1-1. Le reti, segnate entrambe sul finire dell’incontro, hanno sancito l’equilibrio tra le due formazioni. Dopo la rete di Ferranti, a sei minuti dal termine Perozzi riporta la parità realizzando dal dischetto. I gialloblu si tengono ben stretta la quinta posizione.
Il Porto d’Ascoli non va oltre lo 0-0 con la Valtesino. Un punto di rammarico piuttosto che utile. I biancocelesti perdono un’altra occasione importante per raggiungere i play off. Sono quattro i punti di distanza tra l’ambita posizione e la squadra di mister Grilli.
La sfida salvezza tra Acquaviva e Pagliare finisce 0-0. Gli aranciocelesti, in superiorità numerica per quasi mezz’ora del secondo tempo, non sono riusciti a concretizzare la mole di gioco costruita. Un punto, tutto sommato, che accontenta le parti anche se una vittoria sarebbe stata più salutare.
Soltanto la Ripa fa festa. Gli amaranto annientano l’Appignanese con un sonoro 3-0. La squadra di mister Cesari si è mostrata cinica e determinata. Valentini, Vita e Piergallini sono gli autori del trionfo ripano. La salvezza è sempre più a portato di mano.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 226 volte, 1 oggi)