SAN BENEDETTO DEL TRONTO- Il Commissario Straordinario Iappelli ha firmato ieri un’ordinanza che prescrive di ridurre di un grado centigrado il valore massimo della media aritmetica delle temperature dell’aria nei diversi ambienti di ogni singola unità immobiliare. Verranno fatte eccezioni per alberghi, ospedali, cliniche e case di cura, così come per tutte quelle strutture che forniscono assistenza a tossicodipendenti, anziani e altri soggetti affidati a servizi sociali. Ulteriori eccezioni per scuole e asili nido, piscine, saune, palestre.
La temperatura massima consentita all’interno delle abitazioni sarà dunque di 19 gradi centigradi mentre il tempo massimo di accensione delle caldaie passerà da dodici a undici ore giornaliere.
Queste norme per il risparmio energetico cesseranno dal primo marzo 2006.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 241 volte, 1 oggi)