OFFIDA – Un’accusa lanciata tramite il mezzo della lettera anonima, nei confronti dei servizi sanitari offerti dalla RSA di Offida, ha condotto alla reazione tutti i vari attori della sanità offidana.
Attraverso una conferenza stampa alla quale hanno partecipato il Dott. Mauro Marabini Direttore della Zona Territoriale 13, il Dott. Valeriano Camela Direttore del Distretto Sanitario di Offida, la Dott.ssa Maria Teresa Nespeca Dirigente del Dipartimento Territoriale, il Dott. Cesare Milani Dirigente del coordinamento delle Attività Interdistrettuali, l’Ing. Lucio D’Angelo Sindaco di Offida, il Dott. Franco Peroni Assessore alla Sanità del Comune di Offida, l’Ing. Alberto Franco Coordinatore del Tribunale per i Diritti del Malato, la sig.ra Roberta Isopi Infermiera Professionale e responsabile della RSA, si è contestato il contenuto di una lettera anonima inviata nei giorni scorsi a diversi soggetti – ASL, Comune, Carabinieri, Guardia di Finanza, ecc..- con la quale si è tentato di infangare la qualità del servizio offerto dalla struttura residenziale offidana.
Tutti gli intervenuti hanno respinto con forza le infamanti accuse rivolte alla struttura e ad alcuni operatori ivi impegnati, stigmatizzandone la meschinità e la viltà perché con la copertura dell’anonimato si rivolgono accuse false ed infamanti.
Il Dott. Marabini ha sottolineato lo sforzo continuo che l’Azienda sostiene per garantire elevate prestazioni all’interno della struttura sanitaria anche attraverso dotazioni di personale che vanno al di là di quelle strettamente necessarie.
Il Sindaco Lucio D’Angelo ha respinto con sdegno il tentativo di screditare la RSA di Offida che invece, secondo il sindaco, si è sempre segnalata per l’elevato livello di qualità offerto ai propri ospiti. “Tutti possono visitare la RSA di Offida e mai nessuno si è rifiutato di fornire spiegazioni, informazioni e raccogliere suggerimenti – ha dichiarato D’Angelo – Noi offidani siamo fieri ed orgogliosi della RSA, così come delle altre strutture residenziali di assistenza socio-sanitaria presenti nel comune come la Casa di Riposo Forlini e l’Istituto Bergalucci; non permetteremo a nessuno di rovinare la reputazione dei servizi offerti e garantiti anche grazie al continuo impegno del personale coinvolto al quale va tutta la nostra solidarietà?.
La Dott.ssa Nespeca ha comunicato che pur in presenza di accuse così meschine in forma anonima, l’Azienda ha comunque istituito una commissione interna che approfondirà le questioni poste.
L’Ing. Alberto Franco a nome del Tribunale per i Diritti del Malato ha dichiarato che la qualità del servizio della RSA di Offida è ormai nota a tutti e che quindi occorre assolutamente evitare che qualcuno tenti di screditarla.
Il Dott. Franco Peroni ha testimoniato, anche in qualità di medico di medicina generale che visita quotidianamente la struttura, l’assoluta efficienza e qualità del servizio di assistenza garantito a tutti i pazienti.
La responsabile della RSA, la capo sala Roberta Isopi, ha infine informato che è stato da tempo predisposto un incontro con i famigliari degli ospiti della struttura, al fine di costituire un comitato dei famigliari che affiancherà il personale nel segnalare e suggerire le migliori soluzioni.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 651 volte, 1 oggi)