Indispensabili alcuni chiarimenti che abbiamo chiesto telefonicamente al presidente Alberto Soldini nella sua sede romana. Lunedì sarà di nuovo a San Benedetto.
Presidente che succede?
«Che vuoi che succeda. Sono 14 partite che non si vince, non ne posso più. A me il pareggio non interessa. Ho acquistato cinque buoni giocatori e le cose vanno peggio»
Ok, ma io mi riferivo principalmente al crack Gaucci, ha preso le opportune contromisure, in altre parole un atto formale d’opposizione al sequestro?
«Certo. Prima sono passato alla Finanza poi ho dato mandato all’avvocato Carlo Manfredi di redigere l’atto di opposizione da presentare al PM di Perugia. Purtroppo però il caso ha creato allarmismo e le banche si sono rifiutate di concedere affidamenti alla società rossoblu. (in un comunicato di poco fa viene specificato dalla Guardia di Finanza di Perugia che le dirigenze attuali di Samb, Catania e Perugia sono completamente estranee ndr) E’ tutto a posto non ci sono problemi di sorta. E’ l’aspetto tecnico che purtroppo non funziona»
In città si sussurra di pagamenti ai giocatori non riconosciuti, nel senso di assegni non andati a buon fine…
«E’ come al solito una mezza verità. E’ accaduto a quei giocatori che inopinatamente hanno ‘imbancato’ assegni senza la firma dell’attuale presidente della Samb Calcio. Non è stata un’azione molto corretta ed anche ingiusta.
Ha quindi fondamento la voce che questa mattina i giocatori non si sono allenati per protesta?
«Ma quale protesta? A me pare di aver preso una clinica psichiatrica più che una squadra. Devi scrivere per favore che devono smetterla di trovare scuse per giustificare mancate vittorie. Basta, io sono stanco ed il pubblico anche. Sono riusciti anche a far deprimere un tecnico come Giannini.
Dato che siamo in argomento, un altro chiarimento che le spetta di diritto: Paterna non avrebbe incassato una somma vicina ai 200 mila euro e sarebbe molto arrabbiato…
«Ma non scherziamo, me lo venga a dire Paterna se c’è qualcosa di vero in questa chiacchiera. Finiamola con le storie extra calcistiche. Pensiamo a vincere sul campo, i problemi sono lì, non fuori»
E’ tanto deluso da pensare addirittura di lasciare tutto?
«Neanche per sogno anzi. Le avversità mi caricano e lo dimostrerò a tutti i sambene¬det¬tesi»
E’ vero che la Conad ha commissionato forniture alle sue aziende?
«E’ vero anche che parte dei benefici affluiranno sulle casse della Sambenedettese Calcio. Mi auguro che aziende marchigiane seguano l’esempio Conad.»

Chiarito l’intrigo Gaucci restano in piedi i motivi (tecnici?) per i quali oggi si è discusso molto negli spogliatoi prima di iniziare gli allenamenti pomeridiani.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.100 volte, 1 oggi)