SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Giovedì 8 febbraio, in mattinata, la società sambenedettese Maratoneti Riuniti, nelle persone del presidente Francesco Capecci, campione italiano di categoria nelle specialità 12 e 24 ore, e della figlia Valentina, hanno presentato alla stampa, unitamente alla responsabile dell’Ufficio Sport del Comune Renata Brancadori, la quarta edizione della Maratona sulla Sabbia – la prima, unica e inimitabile (a Rimini lo scorso gennaio se ne è disputata una, ma di soli 21 chilometri e con la partecipazione di 120 atleti) -, che si svolgerà domenica 12 febbraio a San Benedetto del Tronto.
La manifestazione, le cui iscrizioni scadono alla mezzanotte di oggi, vedrà la partecipazione di oltre 250 atleti, per la maggioranza provenienti da fuori regione, da Bolzano alle due Isole, con l’esclusione di Liguria, Basilicata e Calabria, unitamente a uno spagnolo, Del Moro Arroyo Gonzalo (peraltro presente all’incontro di stamane), un britannico, Wilson Mark, un Tedesco, Pink Gunter, e un italiano residente in Svizzera, Calà Cataldo. All’ultimo si sono peraltro aggiunti nove atleti ungheresi.
Le Marche saranno rappresentate da atleti provenienti soprattutto dal Fermano e dal Maceratese – purtroppo, in virtù di un infortunio occorsogli lo scorso ottobre, non potrà essere della gara l’inesauribile Francesco Capecci (all’attivo 19 maratone portate a termine) -, mentre per quanto riguarda i personaggi di un certo livello presenti, vale la pena citare, tra le donne (che tra l’altro quest’anno si sono potute iscrivere gratuitamente), Maria Grazia Navacchia, vincitrice della passata edizione; Maria Luisa Costetti, vincitrice della 100 km del Passatore, nonchè più volte campionessa del mondo; Marina Moccelin, campionessa nelle categorie 48, 24 e 12 ore. nonché unica donna a terminare la 200 km di Romagna; Nunzia Patruno, sempre presente nelle edizioni precedenti – quest’anno però prenderà parte a un solo test, visto che il 26 febbbraio parteciperà al Mondiale della 24 ore a Taiwan; e Angela Gargano, ovvero l’unica donna ad aver concluso 100 maratone nel 2002.
Per quanto concerne gli uomini, la Maratonina sulla Sabbia quest’anno propone un vero e proprio parterre de roi. Un esempio? L’ottantenne Giuseppe Togni, che ha all’attivo 692 maratone concluse; Vito Piero Ancora, anche lui presente a San Benedetto, ne ha invece portate a termine 54; Michele Rizzitelli, marito delal citata Angela Gargano e anche lui vero supermaratoneta con 100 gare concluse nel 2002.
La partenza della Maratonina, fissata per le 9, avverrà presso l’ex camping e da lì gli atleti si muoveranno verso sud, raggiungendo prima l’Hotel Sunrise di Porto d’Ascoli e poi tornando indietro fino alla foce del torrente Albula. Il circuito, lungo 8.439 chilometri, verrà ripetuto cinque volte, tanto da dar luogo a un percorso finale pari a 42.195 chilometri.
Il tempo massimo con cui portare a termine la gara è fissato in sei ore e trenta minuti, anche se l’arrivo del primo atleta è previsto dopo circa due ore e mezza. L’anno passato infatti, il vincitore, Giorgio Calacaterra – assente domenica prossima, a causa di un infortunio occorsogli di recente -, tagliò il traguardo per primo in 2 ore, 36 minuti e 4 secondi.
Tempi chiaramente un po’ più lunghi per le donne. La Navacchia, come detto presente anche quest’anno, nella scorsa edizione battè la concorrenza con un tempo pari a 3:12’09’’.
Una novità dell’edizione della Maratonina riguarda i premi: per la categoria maschile verranno premiati i primi cinque assoluti e i primi cinque di ogni categoria; per la categoria femminile invece, verranno premiate le prime quindici assolute.
In ultimo segnaliamo che sabato 11 febbraio, quando in Riviera giungerà la stragrande maggioranza degli iscritti, presso il Residence “Le Terrazze? di Grottammare si terrà la Cena del Maratoneta.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 557 volte, 1 oggi)