SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il lungo iter per affidare la gestione della nuova darsena turistica di San Benedetto entra nella fase conclusiva. Il vicecomandante della capitaneria di porto Luigi Piccioli rende noto che «a giorni la regione Marche riconsegnerà l’opera», ciò che vuol dire “conclusione dei lavori e dei collaudi?. A questo punto la capitaneria, che è l’ente che assegnerà la gestione, procederà con la valutazione dei progetti. Ma Piccioli non si sbilancia con alcuna previsione sui tempi ancora necessari prima della effettiva entrata in funzione della darsena.
Durante una recente riunione che si è svolta alla regione Marche, tra il vicepresidente (e assessore al turismo) Luciano Agostini, e i rappresentanti della stessa capitaneria e del comune, è stata presa la decisione di affidare la struttura ad un gestore unico. Questo comporta una riorganizzazione dei precedenti progetti. Si ricorderà infatti che il Circolo nautico sambenedettese (Cns) e Lega navale, organizzazioni fin lì “rivali?, erano giunte ad un accordo e alla formulazione di un progetto unitario, che prevedeva però una doppia gestione.
Tra le altre modalità a cui dovrà attenersi il potenziale concessionario ci saranno anche queste: un’area vicina allo scalo d’alaggio dovrà essere riservata ad “uso pubblico generale?; una fascia di terreno lungo le banchine dovrà essere destinata al transito veicolare; dovranno essere realizzati i servizi accessori alla gestione (servizi igienici e rimessaggio dei natanti). Infine è previsto tra gli indirizzi, anche la possibilità di posizionare ulteriori pontili galleggianti per aumentare la capacità recettiva di ormeggio nella darsena.
Cns e Lega, ad ogni modo, formeranno un consorzio o associazione di altro tipo. Il dialogo verrà esteso anche alla Multiservizi, il terzo dei principali “aspiranti? alla gestione della darsena. La capitaneria ha inviato lunedì 6 febbraio la documentazione relativa ai nuovi orientamenti. Ma non ancora le planimetrie delle aree che verranno concesse per la gestione. Tutti argomenti di cui i soci del Circolo nautico hanno discusso durante una riunione che si è svolta martedì 7 febbraio.
Ad aprile, peraltro, scade da statuto il mandato triennale del presidente Giuseppe Fiscaletti. Quest’ultimo conferma che a giorni verrà presentata l’associazione culturale “l’Albero?, che sarà un laboratorio politico. I suoi circa venti componenti decideranno poi se formare una lista civica alle prossime elezioni amministrative. Per il momento Fiscaletti nega di aver avuto contatti con esponenti politici di destra o di sinistra.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 463 volte, 1 oggi)