ANCONA – Prosegue il confronto tra la Regione Marche e la direzione regionale Trenitalia. Quattro le principali questioni affrontate nella riunione di martedì 7 febbraio: incremento del personale, bonus mensile per i pendolari, nuovi orari, materiale rotabile. Al termine, il presidente della giunta regionale Gian Mario Spacca si è dichiarato “moderatamente soddisfatto per l’apertura dei responsabili regionali di Trenitalia ad alcune richieste della Regione?. Le parti torneranno ad incontrarsi il 21 febbraio.
Sul primo punto c’è accordo col sindacato sull’aumento di trenta unità degli operatori della manutenzione destinati al polo di Ancona. Trenitalia ha poi mostrato la propria volontà di incrementare con ulteriori trenta-trentacinque unità anche il personale di macchina e quello di scorta.
Si avvia a soluzione anche il contenzioso sui pendolari, col mantenimento della promessa del bonus mensile da parte di Trenitalia per i viaggiatori che maggiormente hanno subito i disagi a causa dei disservizi. Il presidente Spacca ha ricordato che la giunta regionale ha stanziato nel bilancio di quest’anno la somma di 1,5 milioni di euro per il rimborso di un mese di abbonamento in favore dei pendolari. L’impegno di spesa proseguirà anche nel prossimo triennio.
Altra questione parzialmente risolta è quella degli orari: “Abbiamo affrontato i punti di maggiore impatto – ha rilevato l’assessore regionale ai trasporti Pietro Marcolini – prendendo atto della disponibilità di Trenitalia di accogliere immediatamente alcune delle nostre osservazioni; altre modifiche saranno attuate entro il 9 settembre con l’avvio del nuovo orario?.
Ultimo punto il rinnovo del materiale rotabile. “Entro il 20 febbraio – ha spiegato l’assessore – Trenitalia metterà a disposizione il convoglio completamente ristrutturato Ale 603; ulteriori 3 complessi del tipo Ale 724 entreranno in servizio con l’attivazione del nuovo orario; per la fine dell’anno, è previsto il rientro definitivo nelle Marche degli 8 convogli 464 dislocati in Lombardia e mai restituiti?.
Restano in programma anche incontri con le associazioni de pendolari e con i rappresentanti dei sindacati di categoria.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 477 volte, 1 oggi)