PIVA: “Sono stato sostituito perchè mi sono infortunato. Cadendo ho battuto la testa e mi sentivo piuttosto stordito. La mia posizione in campo? E’ vero, a Giulianova ero solito giocare più basso, Giannini invece mi impiega pù in avanti: non è un problema. Ho concluso tante volte in porta, ma non sono mai riuscito a centrarla. I tifosi? Ci hanno sostenuto tutta la partita, comprendiamo la loro rabbia, stasera (ieri per chi legge, ndr) però non abbiamo fatto male, il San Marino ha avuto solo l’occasione del rigore”.
CORRADI: “Abbiamo sprecato due occasioni clamorose una nel primo tempo e nella ripresa il rigore. La Samb non ha fatto nulla per vincere la partita. Noi siamo scesi in campo per fare una grande partita e ci abbiamo provato in tutti i modi. Mancano ancora 13 partite e noi insieme alla Samb, a cui sono ancora molto legato, ci possiamo tirare fuori dalla zona calda.Ho visto i calciatori della Samb contratti e timorosi, l’ambiente è molto caldo e non è facile giocare quando si è in fondo alla classifica”.
PERUGINI: “Poteva andare peggio, se Concetti non parava il rigore su Noviello. Sono contento del mio debutto con la maglia rossoblu, anche perché è coinciso con un risultato positivo. Ho ancora molto da imparare, sono al mio primo campionato tra i professionisti. Sono un esterno di centrocampo e sono destro, anche se oggi ho giocato a sinistra”.
ZINI: “Eravamo venuti per vincere ed alla fine siamo stati fortunati quando Concetti ha parato il rigore. Dobbiamo cercare nelle prossime partite contro Fermana e Ravenna di fare 6 punti altrimenti sarà dura. Nella sosta lavoreremo per migliorare l’intesa”.
DE ROSA: “Nell’azione del rigore Corradi mi ha anticipato ed è stato bravo a scontrarsi con le mie gambe .C’era un rigore anche per noi , quando nel finale Docente è stato trattenuto e strattonato in area. Adesso dobbiamo lavorare sodo per tirarci fuori da questa situazione”.
ZANETTI: “Oggi non abbiamo rischiato molto in difesa. Solo in due occasioni, una nel primo tempo e poi nell’occasione del rigore. Siamo stati bravi a pressare alto il S. Marino. Diciamo che quella di oggi è la partita numero zero. Ripartiamo da S. Marino, cancelliamo quanto fatto fino ad oggi.Ce la possiamo fare e ce la dobbiamo fare, ne abbiamo tutti i mezzi e non meritiamo certo la classifica attuale”.
DOCENTE:”Con Scandurra c’è già una buona intesa anche se ci alleniamo insieme da due settimane. Oggi ho sofferto un pò perché mi manca ancora il ritmo partita, però sono contento della mia prestazione. Durante la sosta lavoreremo per migliorare ancora. Nel finale c’era un fallo netto su di me. Sono stato strattonato in area mentre stavo per calciare”.
TACCOLA: “Potevamo vincere e le occasioni le abbiamo avute. Il rigore sbagliato, il salvataggio sulla linea nel primo tempo. Purtroppo è andata così, ma dobbiamo ritenerci soddisfatti per aver conquistato 4 punti in due partite. Mancano ancora 13 incontri e quindi tanti punti in palio. Mi è dispiaciuto vedere Noviello piangere per ever sbagliato il rigore. Sono un padre di famiglia anche io e queste cose mi toccano. Si è vero quello che dici, il livello tecnico del campionato di quest’anno è basso. Se togliamo due-tre squadre le altre sono tutte sullo stesso piano. Sono stato contattato dalla Samb, ma non mi potevo muovere da S. Marino”.
CONCETTI: “Decidete voi se sono stato bravo nel parare il rigore o se ha sbagliato Noviello. Nel primo tempo il San Marino ha avuto un’occasione da gol che è scaturita da una serie di rimpalli in area. Sono soddisfatto dell’esordio che è coinciso con un punto conquistato su un campo esterno”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 645 volte, 1 oggi)