SAN MARINO – Non riesce a nascondere la propria amarezza. Nonostante il rigore parato da Concetti a metà partita, Giuseppe Giannini valuta in maniera tutto sommato negativa il punto colto in quel di San Marino, dopo una gara piuttosto brutta. Combattuta, nervosa e tirata, la gara dell’Olimpico vedeva di fronte due compagini che si contendevano una posta troppo alta. “Il pari non mi soddisfa – rivela il Principe – soprattutto perché in avanti abbiamo concluso poco. Siamo andati bene con la difesa a quattro, rischiando poco, rigore a parte, però abbiamo sfruttato male le fasce, accentrandoci troppo spesso, facendo il gioco degli arcigni centrali del San Marino. Solo nel primo tempo ci è riuscito di concludere in porta con una certa costanza?.
Bicchiere mezzo vuoto insomma. La classifica del resto era e resta deficitaria. “Il punto purtroppo non risolve le questioni di classifica, eppure eravamo veduti quassù per vincere. Ricadiamo sempre nello stesso errore: la paura. Per quanto mi riguarda – continua Giannini – sono da un mese, poco più, a San Benedetto e non ho certo trovato una squadra seconda in classifica. Siamo tutti lì, ce la giocheremo. Non dimentichiamoci inoltre che fino all’altro ieri ho allenato un gruppo di più di trenta giocatori e ho tanti nuovi a disposizione?.
E a proposito dei neo-rossoblu: discreta l’impressione destata da Concetti, Perugini e Docente. “Sì, un buon esordio il loro. Concetti poi ha parato un rigore e credo che non poteva andare meglio. È un ragazzo serio, adesso continui a lavorare con impegno e intensità?.
Il discorso, quasi inevitabilmente, converge sulla protesta finale messa in atto dai tifosi. “Capisco l’amarezza della gente – replica l’allenatore rossoblu -, ma la mia squadra ha sbagliato solo i primi venti minuti col Monza. Le partite facili? Nessuno lo ha mai detto, anzi: presentano tutte delle difficoltà e ce ne siamo accorti anche stasera. Punti pesanti d’ora in avanti? Lo sono sempre stati?.
Infine un giudizio sugli avversari: “Il San Marino è una squadra tosta, che ti concede poco, molto forte nelle palle alte. Sfortunata in occasione del rigore parato da Concetti?.
Sulla sponda biancoceleste, Francesco Buglio analizza la gara della sua squadra, sentenziando: “Abbiamo avuto due occasioni importanti, ma non le abbiamo sfruttate. Non siamo riusciti a giocare bene come contro il Ravenna. Sapevamo di avere di fronte una squadra quadrata e così è stato. Anche se ho constatato molta amarezza nel nostro pubblico, non siamo ancora retrocessi, abbiamo semplicemente pareggiato una partita. Ne mancano tante altre. E poi: quello che abbiamo perso stasera ce lo riprenderemo più avanti?.
Ripresa. La Samb tornerà ad allenarsi nel pomeriggio di mercoledì.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 562 volte, 1 oggi)