Politica nazionale. Mi ha colpito il modo deciso e perentorio con cui Gasparri e Storace hanno appoggiato la candidatura di Fini alla presidenza del Consiglio dei Ministri. Una tattica o qualcosa di più? Sarebbe certamente un evento storico ma quasi irrealizzabile fino a quando Berlusconi resta in sella. L’attuale presidente ha fatto suo il motto di Camillo Benso conte di Cavour: «A nessun secondo…». Forse per questo motivo quelli di An ce la stanno mettendo tutta, lasciando da parte rancori interni vecchi e nuovi.
Politica locale. Disparità di vedute invece nell’Unione tra l’on. Orlando Ruggeri e altri della stessa coalizione. Nel mezzo sempre la stessa cosa: una poltrona. L’unico a sentirsi al sicuro è per ora Giovanni Gaspari anche se manca ancora l’ufficialità. Colonnella permettendo non dovrebbero esserci sorprese.
Omissis. Il Corriere Adriatico, chissà perché, riferendo di una riunione tra circa 70 rappresentanti del settore giovanile calcistico marchigiano ha preso per buono il comunicato stampa tagliando di netto il nome del luogo ove si era tenuta. Rimediamo noi: l’assemblea si è tenuta presso la nostra redazione. Peggio ancora la dimenticanza non è addebitabile al giornalista sambenedettese che ha inviato l’articolo alla sede anconetana del glorioso giornale marchigiano.
Samb. Non è la squadra che ci aspettavamo a Febbraio. Abbiamo ceduto ben 9 gol (Martini, De Lucia, Perrulli) dei 22 finora realizzati, acquistandone zero, quelli messi a segno da Docente. L’ex riminese sarà bravissimo ma non lo ricordiamo goleador. La difesa ha subito 40 gol, gli ultimi 4 con quasi tutti i rinforzi. Da notare però un particolare significativo: Colonnello non era mai in campo in tutte le goleade subite dalla Samb quest’anno. Il trauma al braccio infortunato lo starà condizionando (pare che lui non sia d’accordo) ma evidentemente la squadra non può fare a meno del suo… apporto vocale. Spesso l’esperienza serve anche per questo.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 61 volte, 1 oggi)